Cina, via alla costruzione di un nuovo telescopio MASTA: rileverà i detriti spaziali

Venerdì 2 Luglio 2021
Cina, via alla costruzione di un nuovo telescopio MASTA: rileverà i detriti spaziali

Entro il 2023 la Cina avrà costruito un nuovo telescopio MASTA per rilevare i detriti spaziali. Nella provincia del Qinghai, nella Cina nord-occidentale, è iniziata la costruzione di un telescopio di rilevamento che sarà utilizzato principalmente per identificare i detriti spaziali in orbite medie e alte. La multi-application survey telescope array (gamma di telescopi di indagine multi-applicazione) detta MASTA, sviluppata dall'Osservatorio della Montagna Purpurea dell'Accademia Cinese delle Scienze, è in costruzione nella città di Lenghu, nel Qinghai, a un'altitudine di 3.800 metri sul livello del mare.

Ufo, «il Pentagono possiede una foto di un "Triangolo Nero" che esce dall'oceano». Perché non la pubblica?

 

Lo spettro del telescopio, il cui completamento è previsto entro il 2023, dovrebbe colmare le attuali lacune della Cina in questo tipo di tecnologia. Il telescopio «potrà rilevare piccoli detriti spaziali e determinarne l'orbita e il funzionamento, fornendo così avvertimenti precoci e permettendoci di evitare le collisioni che minacciano la sicurezza dei veicoli spaziali», ha spiegato Lei Chengming, ricercatore presso l'Osservatorio della Montagna Purpurea. 

Ultimo aggiornamento: 15:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA