Chatwatch, l'app che spia le nostre attività su WhatsApp: per difendersi c'è un solo modo

PER APPROFONDIRE: chatwatch, whatsapp
Chatwatch, l'app che spia le nostre attività su WhatsApp: per difendersi c'è un solo modo

di Enrico Chillè

Come se non bastassero le varie impostazioni di WhatsApp in grado di segnalare l'ultimo accesso, ora c'è una nuova app, che si collega proprio al servizio di messaggistica istantanea, capace di monitorare anche tutte le nostre attività e non solo la nostra presenza online. Si chiama Chatwatch ed è uno strumento preziosissimo per fidanzate e fidanzati gelosi e altri impiccioni, contro cui c'è un solo modo per difendersi.




Chatwatch è in grado di raccogliere tutte le informazioni sulla nostra presenza online, ovvero quelle che i nostri smartphone inviano ai server di WhatsApp nel momento in cui noi accediamo all'app. In questo modo, Chatwatch può creare uno storico delle nostre attività e riesce anche a monitorare gli accessi di tutti i contatti della rubrica di un singolo utente, calcolando non solo l'inizio e la fine della giornata di ciascuno ma anche le probabilità di conversazione tra due contatti. Si tratta, comunque, di un calcolo delle probabilità che non può dare garanzie assolute. Per fare un esempio, può capitare che due contatti, nella stessa giornata, siano online nello stesso periodo di tempo ma non è assolutamente certo che tra questi avvenga effettivamente una conversazione. Per alimentare il tarlo della gelosia, comunque, le funzioni di Chatwatch sembrano più che sufficienti.

Come fare per non veder violata così impunemente la nostra privacy? C'è un solo modo: negare a WhatsApp di raccogliere informazioni sui nostri accessi, andando su Impostazioni, Account e Privacy e selezionare 'Nessuno' nell'opzione riguardante chi può vedere l'ultimo accesso. In questo modo non potrete più vedere l'ultimo accesso dei vostri contatti, ma è il giusto prezzo da pagare per non essere spiati da app indiscrete (e neanche affidabili al 100%).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 2 Maggio 2018, 16:25






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Chatwatch, l'app che spia le nostre attività su WhatsApp: per difendersi c'è un solo modo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-05-06 13:51:54
Da quello che ho visto, l'applicazione ChatWatch e' fatta da indiani dell'India....ma potrebbero essere solo gli esecutori materiali. Sarebbe interessante sapere CHI c'e' dietro. Inoltre tutti i ns. dati cosi' scaricati dovranno essere messi da qualche parte. Legale? Autorizzato e da chi? Polizia Postale, a farsi il solito caffettino?