Apple, boom per i preordini di iPhone X. Rumors su problemi a Face ID, ma l'azienda smentisce

PER APPROFONDIRE: apple, iphone, iphone x, smartphone
iPhone X preordinabile  da domani. Ma Face ID...

di Andrea Andrei

A partire dalle 9:01 di venerdì 27 ottobre, è possibile preordinare iPhone X, lo smartphone che Apple ha presentato per il decennale del suo primo cellulare intelligente e che arriverà ufficialmente sul mercato il 3 novembre. Il dispositivo è disponibile in due colori, argento o grigio siderale, e si può acquistare a 1.189 euro per la versione da 64 gigabyte e a 1.359 euro per quella da 256 Gb. Gli ordini nel giro di pochi minuti sono balzati alle stelle, con i tempi di consegna che sono saliti a 5 settimane solo dopo 10 minuti dall'apertura dei pre-ordini. Un salto che è andato di pari passo con quello del titolo dell'azienda in Borsa.

Intanto, come da tradizione, i rumors si scatenano. Si parla di problemi di produzione, che costringerebbero Apple a rendere disponibile inizialmente il nuovo iPhone solo in quantità limitate. Un'eventualità ventilata anche da Nikkei, per cui Apple non sarà in grado di superare 20 milioni di unità spedite entro il 2017, mettendo in campo solo la metà di dispositivi inizialmente previsti.

Il problema principale, stando a quanto riportato dall'agenzia economica Bloomberg, riguarderebbe il sistema di riconoscimento facciale, FaceID, che è anche la caratteristica più rilevante del dispositivo. Secondo Bloomberg, che in un lungo articolo ha scandagliato la catena di fornitori e assemblatori dell'azienda, Apple avrebbe abbassato la qualità delle componenti del FaceID pur di aumentare la produzione dello smartphone. Un'accusa alla quale Apple ha prontamente risposto, definendo le ipotesi formulate come «completamente false». 
«Face ID è un sistema di autenticazione potente e sicuro, incredibilmente facile e intuitivo da usare - ha detto la società guidata da Tim Cook - La qualità e la precisione non sono state modificate e continuano a offrire la stessa probabilità di uno su un milione che l'iPhone venga sbloccato da un volto casuale». Per il sistema Touch ID, basato sul riconoscimento delle impronte digitali, questa probabilità è invece di uno su 50 mila.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 26 Ottobre 2017, 13:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Apple, boom per i preordini di iPhone X. Rumors su problemi a Face ID, ma l'azienda smentisce
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti