Tennis, Tomic: «Ho il Covid». E "vince" la scommessa con il giudice di sedia

Il tennista aveva affermato, durante un match di qualificazione agli AO, di stare male e che sarebbe risultato positivo entro pochi giorni. In effetti così è stato.

Giovedì 13 Gennaio 2022
Bernard Tomic (29), tennista australiano

L'importanza dell'essere medico di se stessi. Ad aver preso alla lettera la cosa è stato evidentemente il tennista Bernard Tomic, numero 257 del ranking ATP, finito sotto i riflettori quando - un paio di giorni fa - durante il match di qualificazione per l'Australian Open contro il russo Roman Safiullin è andato dalla giudice di sedia affermando di stare male e di essere sicuro di avere il Covid. Nei giorni in cui ad imperversare in tutto il mondo è l'affaire Djokovic, l'australiano aveva denunciato una cattiva gestione dei controlli: «Non posso credere che nessuno venga controllato. Stanno permettendo ai giocatori di scendere in campo con dei test rapidi fatti in stanza e senza nessun tampone molecolare». Tomic, nel confronto con la direttrice di gara aveva sostenuto che entro due giorni sarebbe risultato positivo: «Ne sono certo. Ti offro la cena se non risulto positivo entro tre giorni. Altrimenti la offri tu a me», aveva poi ironicamente - o forse no - concluso.

La vicenda, bollata da molti come un tentativo di sfruttare la storia del collega serbo numero 1 al mondo - che da giorni è al centro del dibattito internazionale - per finire sotto i riflettori per qualche ora, ha però visto Tomic avere effettivamente ragione. Il tennista ha infatti confermato di essere veramente risultato positivo al Covid: «Mi sento peggio mentalmente che fisicamente perché ero davvero motivato a tornare e mostrare al pubblico australiano che posso essere chi si aspettano che io sia: sono deluso che questo virus mi abbia impedito di farlo. L'altro giorno per il virus non riuscivo proprio a giocare al meglio: per quanto ci provassi, non avevo l'energia per combattere. Farò di tutto per tornare al top». E adesso il medico di se stesso Tomic, deriso per la sua bizzarra e precoce diagnosi, aspetta una cena offerta dalla giudice. Ovviamente non appena sarà guarito.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA