Masters 1000 Montecarlo, è Tsitsipas il re di Monaco

Domenica 18 Aprile 2021
Masters 1000 Montecarlo, è Tsitsipas il re di Monaco

È Stefanos Tsitsipas il vincitore della finale del Masters 1000 di Montecarlo, in cui ha battutto agevolmente il russo Andrey Rublev per 6-3 6-3 in poco più di un'ora. Per il ventiduenne greco è il primo 1000 in carriera su tre finali giocate, dato che nelle precedenti due era stato battuto da Nadal prima e da Djokovic poi rispettivamente nei Masterrs di Toronto e Madrid.

Comincia tutto a Montecarlo

Il primo titolo non si scorda mai, ma quello di Stefanos sulla terra rossa del principato di Monaco di sicuro non sarà l'ultimo. Inizia tutto a Montecarlo, del resto, proprio come ha scritto lui sull'obiettivo della camera che lo inquadrava subito dopo la fine del match, che ha condotto in maniera ragguardevole lasciando pochissimo al russo Rublev, che si è visto stressare lungo tutto il match il suo "colpo debole", il rovescio. 

Masters 1000 Monte Carlo: Rublev batte Ruud e vola in finale: affronterà Tsitsipas

"È la migliore vittoria della mia vita finora - dice l'attuale numero 5 al mondo - sapevpo che sarebbe stato un avversario molto duro ed ero molto nervoso all'inizio della partita. Sono orgoglioso di come ho giocato". Parole di commozione e gioia, per uno dei talenti più brillanti di tutto il circuito ATP che si prepara finalmente a raccogliere l'eredità dei Big 3 Federer, Nadal e Djokovic.

Delusione Rublev

Ad un vincitore corrisponde sempre uno sconfitto, e questa volta tocca a Andrey Rublev vestire i panni del runner-up. La giornata del numero 8 al mondo non è delle migliori, ma resta comunque l'importanza di aver disputato la prima finale in carriera, con tutta l'esperienza che ti lascia. Del resto, anche Stefanos aveva perso alla prima apparizione, ma il futuro è radioso anche per il ventitrenne moscovita, che non più tardi di due giorni fa aveva buttato fuori Rafael Nadal, uno che sulla terra non capita mai per caso.

Masters 1000 Montecarlo, eliminati a sorpresa Nadal e Fognini, in semifinale insieme a Tsisipas e Evans ci vanno Rublev e Ruud

© RIPRODUZIONE RISERVATA