World Rugby cambia regola: addio mete schiacciando la palla contro il palo

Martedì 12 Maggio 2020 di Ivan Malfatto
Schiacciare la palla contro la base del palo della porta di rugby non varrà più una meta
DUBLINO. Addio mete segnate schiacciando la palla contro la base del palo. Il consiglio di World Rugby, riunito oggi per la prima volta in videoconferenza dopo le elezioni che hanno confermato presidente l'inglese Bill Beaumont, ha prerso questa decisione "con effetto immediato".

La federazione mondiale ha modificato la regola 8.2, punto a,  del gioco, ora recita: "Le protezioni dei pali non sono più considerate un'estensione della linea di meta, perciò una meta è segnata quando il giocatore in attacco è il primo a schiacciare la palla nell'area avversaria". Nei furiosi pick and go  fra schieramento offensivo e difensivo vicino ai pali on sarà più possibile appoggiare la palla ad uno di essi, ma bisognerà varcare la linea come in ogni altra parte del campo.

Il presidente Beaumont commenta: "La missione di World Rugby è rendere il gioco più semplice, sicuro e divertente possibile. Questa modifica del regolamento riflette tale missione. Se una squadra in attacco non può appoggiare la palla alle protezioni dei pali, ma deve superare la linea, dà alla difesa la giusta possibilità di provare a evitare la marcatura di una meta".

Si tratta quindi di una modifica del regolamento che favorisce le difese. Già dominanti rispetto agli attacchi negli ultimi anni di evoluzione del rugby. 

  Ultimo aggiornamento: 20:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA