La Nazionale A debutta con Capuozzo, Faiva e Swanepoel che diventano italiani

Giovedì 28 Ottobre 2021 di Ivan Malfatto
Entienne Swanepoel, a destra, uno dei di stranieri che diventeranno italiani equiparati

VERONA -  Alessandro Troncon ha diramato la prima formazione della risorta Italia A di rugby, che sabato alle 16,45 (diretta su Faceboook e Youtube della Fir) affronterà la Spagna nel suo primo impegno stagionale. Gli altri saranno domenica 14 novembre al Plebiscito di Padova contro l'Uruguay (biglietti a 10 euro, 7.500 posti disponibili)  e probabilmente il week-end del 18/19 dicembre in Sicilia contro la Romania.

Il XV annunciato conta ben 8 giocatori del Benetton Treviso di cui uno (Drago) gioca in realtà in campionato come permit player nel Mogliano. Quattro sono delle Zebre, due sono del Top 10 e uno del Grenoble in ProD2 francese. Spiccano i tre stranieri eleggibili inseriti che appena metteranno piede in campo diventeranno italiani equiparati e non potranno più giocare con le loro nazionali: l'italo-francese Capuozzo (estremo), il tongano-neozelandese  Faiva del Benetton (tallonatore) e il sudafricano Swanepoel del Rovigo (pilone destro).

 

IL COMUNICATO DELLA FIR

 

ITALIA A, IL XV PER LA SFIDA ALLA SPAGNA

 
 

Verona – Alessandro Troncon, Commissario Tecnico dell’Italia A, ha ufficializzato la formazione che affronterà la Spagna sabato 30 ottobre alle 16.45 all’Estadio Central Universitario di Madrid. La partita sarà trasmessa in diretta su federugby.it e gli account ufficiali Facebook e Youtube FIR.

Triangolo allargato formato da Capuozzo, Trulla – che ha collezionato 7 caps con la maglia dell’Italrugby – e   Gesi che si è messo in luce con la maglia dell’Italia U20 nell’ultimo Sei Nazioni di categoria insieme alla coppia di centri Menoncello-Drago.

Mediana formata da Leonardo Marin – che sta iniziando a trovare continuità con il Benetton – e l’esperienza di Marcello Violi. In terza linea insieme a capitan Pettinelli ci saranno Lorenzo Cannone e Favretto con quest’ultimo che ha esordito con la maglia dell’Italrugby nell’ultimo Guinness Sei Nazioni.

Seconda linea di stampo Zebre con Krumov e Zambonin, mentre in prima linea partiranno dal primo minuto Swanepoel, Faiva e Traorè.

Pronti a subentrare dalla panchina Nicotera, Borean, Neculai, Canali, Izekor, Casilio, Da Re, Lucchin.

“Essere capitano di una Selezione Azzurra è sempre un privilegio – ha dichiarato Giovanni Pettinelli, capitano dell’Italia A – e un qualcosa che ti spinge a dare qualcosa di più in campo e fuori. Devi cercare di guidare i tuoi compagni verso l’obiettivo che ci siamo posti come gruppo. Sarà un giusto mix di emozioni e solidità mentale tra ritiro e partita”.

“Abbiamo a disposizione un gruppo giovane che ha tanta voglia di dimostrare il proprio valore. Questa settimana è importante per trovare coesione tra tutti i giocatori. Affronteremo una squadra fisica che ha in rosa giocatori di esperienza. Sarà importante limitare al minimo gli errori” ha concluso il capitano azzurro

Questa la formazione che scenderà in campo:
15 Ange CAPUOZZO (Rugby Grenoble)
14 Jacopo TRULLA (Zebre Parma, 7 caps)*
13 Tommaso MENONCELLO (Benetton Rugby)*
12 Filippo DRAGO (Mogliano Rugby 1969/Benetton Rugby)*
11 Simone GESI (HBS Colorno)
10 Leonardo MARIN (Benetton Rugby)*
9 Marcello VIOLI (Zebre Parma, 21 caps)*
8 Riccardo FAVRETTO (Benetton Rugby, 1 cap)*
7 Lorenzo CANNONE (Benetton Rugby)*
6 Giovanni PETTINELLI (Benetton Rubgy)* - capitano
5 Andrea ZAMBONIN (Zebre Parma)*
4 Leonard KRUMOV (Zebre Parma)*
3 Jacobus Christoffel SWANEPOEL (FEMI-CZ Rovigo)
2 Epalahame FAIVA (Benetton Rugby)
1 Cherif TRAORE’ (Benetton Rugby, 11 caps)*
 
A disposizione
16 Giacomo NICOTERA (FEMI-CZ Rovigo/Benetton Rugby)
17 Damiano BOREAN (Petrarca Padova)
18 Ion NECULAI (Zebre Parma)*
19 Matteo CANALI (Petrarca Rugby)*
20 Alessandro IZEKOR (Rugby Transvecta Calvisano)
21 Nicolò CASILIO (Zebre Parma)*
22 Giacomo DA RE (FEMI-CZ Rovigo/Benetton Rugby)*
23 Enrico LUCCHIN (Zebre Parma)*
 
*membro dell’Accademia FIR Ivan Francescato

Ultimo aggiornamento: 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA