Covid 19 e rugby: Inghilterra in ginocchio, può perdere 122 milioni di euro

Domenica 10 Maggio 2020 di Ivan Malfatto
Lo stadio di Twickenham a Londra, foto tratta dal sito della Rfu

La Federazione inglese di rugby (Rfu) rischia di perdere 122 milioni di euro di entrate, se salteranno i test match in autunno per l’emergenza Coronavirus.

L’Inghilterra a novembre dovrebbe ospitare Nuova Zelanda, Tonga, Argentina e Australia. Se le partite non si giocheranno la perdita sarà di 122 milioni di euro (107 milioni di sterline), ridotta a 97 milioni se i match si giocheranno a porte chiuse.

Una perdita enorme a cui cercheremo di fare fronte” ha detto il direttore esecutivo Bill Sweeney, illustrando i dati nell’audizione alla commissione del Governo su sport, media, cultura e digitale, riunita per raccogliere notizie sui danni del Covid-19 . “Twickenham è il nostro maggiore asset, l’85% delle nostre entrate provengono dall’ospitare in questo stadio i match della nazionale maschile” ha affermato il dirigente.

 Se i test di novembre si disputeranno regolarmente ci sarà ugualmente una perdita di 36,5 milioni di euro. Inoltre c’è l’incertezza sui proventi del Sei Nazioni, se l’Inghilterra non recupererà il match di Roma con l’Italia e il torneo non verrà completato. Per fare fronte a tali perdite lo stesso Sweeney, il ct Eddie Jones e altri quadri della federazione si sono ridotti lo stipendio del 25%, mentre sono a rischio di licenziamento il 60% dei dipendenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA