Mischie, ruck, maul: i 10 comandamenti del nuovo rugby contro il Covid-19

Venerdì 29 Maggio 2020 di Ivan Malfatto
Un mischia del rugby, la fase di gioco dove c'è la massima esposizione al contagio da Covid-19

DUBLINO - I dieci comandamenti del rugby al tempo del Covid-19. Li ha divulgati ieri Bill Beaumont, presidente di World Rugby, nelle vesti di novello Mosè di questo sport. Li riportiamo qui sotto. Si tratta di modifiche temporanee e opzionali, approvate dal comitato esecutivo della federazioni mondiale dopo l'analisi di oltre 60 gare. Il loro obiettivo è ridurre il rischio di trasmissione del Coronavirus nel corso di una partita. In attesa che la pandemia finisca o si arrivi a produrre il vaccino.

Le dieci nuove regole temporanee riguardano mischia (dove si è calcolato risiede il 50% delle possibilità di contagio in un match), ruck, maul e placcaggio. "Con esse si ridurrà l'esposizione al contatto in mischia del 30%, in ruck del 25% e in maul di almeno il 50%" spiega il comunicato ufficiale di World Rugby.
Ogni federazione nazionale è libera di adottarle o meno, la Nuova Zelanda ha già detto ufficialmente di no, di implementarle o di adattarle alla propria situazione. Non riguarderanno il rugby internazionale, solo quello domestico, come sottolinea ulteriormente un intervento di Andrea Cimbrico, media manager della Federazione italiana rugby (Fir): "Attenzione, si tratta di regole provvisorie sperimentali che è facoltà di ogni Union implementare o meno a seconda della situazione pandemica in ogni Paese. Non riguarderanno il Gioco a livello internazionale e non ci sono evidenze di adozione definitiva".
In Italia la Fir non ha ancora comunicato se e come le adotterà.

L'acuto commento di Giampaolo Celon, ex capo degli arbitri italiani: "Rugby senza contatto? No Grazie!
Mi auguro solo che si tratti di una fase transitoria fino alla scoperta del vaccino. Nel frattempo rimetto in funzione le mie.... canne da pesca".

Oltre alle dieci regole temporanee, ci sono le indicazioni sull'igiene e gli equipaggiamenti dei giocatori come: disinfezione regolare della palla; lavaggio obbligatorio di mani e viso prima e dopo l'attività; cambio di maglie, pantaloncini e caschi durante la gara. 

I "DIECI COMANDAMENTI" DI WORLD RUGBY SINTETIZZATI DAL QUOTIDIANO L'EQUIPE

1. Nessuna mischia rigiocata (no reset)

2. Il tallonatore punta un piede avanti per rende più stabile la mischia

3. Un calcio libero (franco, di seconda) o di penalità non può essere trasformato in mischia

4. Palla giocata alla mano al posto di una mischia a 5 metri quando un attaccante è tenuto alto con la palla nell'area di meta avversaria

5. Cartellino arancione (15 minuti d'esclusione temporanea al posto di 10) per un placcaggio alto che non comporta il cartellino rosso

6. Nessun placcaggio bloccante: il giocatore in attacco libera il pallone per la squadra in difesa

7. La palla deve uscire dalla ruck entro tre secondi al posto dei cinque attuali

8. Calcio libero (al posto di una mischia) per sanzionare l'uscita lenta dalla ruck

9. Nessun giocatore può aggiungersi al maul se non vi era già in origine

10. Un solo avanzamento per il maul
 

Ultimo aggiornamento: 10:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA