Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il primo ottobre inizierà un campionato di rugby "spezzato", 6 big e 4 outsider

Venerdì 5 Agosto 2022 di Ivan Malfatto
Battaglia in mischia nell'ultima finale scudetto Petrarca-Rovigo

ROVIGO - La Federazione Italia rugby ha diramato il calendario del Peroni Top 10, il massimo campionato italiano. Parte subito con un derby veneto.

Il 1° ottobre alla prima giornata il Petrarca Padova campione d’Italia ospita il Mogliano diventato di fatto la seconda squadra (o la succursale di formazione) del Benetton Treviso. Il club più forte, nelle ultime due stagioni Padova ha perso solo 5 partite e raggiunto due finali scudetto, rafforzatosi ulteriormente contro quello che farà da sviluppo ai potenziali talenti da lanciare a Treviso nell’United Rugby Championsip. Uno scontro sulla carta impari. Sbilanciato ancor più dal fatto che il miglior giocatore di Mogliano, il cecchino Brian Ormson diventato equiparato italiano, la preso proprio Padova.

L’altro derby veneto Petrarca-FemiCz Rovigo si gioca alla 5ª giornata (12 novembre). È la rivincita delle ultime due finali, oltre che la partita più giocata del rugby italiano. Una classica che si preannuncia ancora equilibrata e da fuochi d’artificio. Padova sull’ossatura vincente e l’ampia rosa ha innestato otto acquisti, Rovigo dodici (compreso il seconda linea sudafricano ancora da svelare). Il terzo derby Rovigo-Mogliano è all’8ª giornata. Anche i rodigini hanno fatto mercato in casa dei trevigiani (il tallonatore Edoardo Ferraro).

PER LO SCUDETTO E PER LA SALVEZZA

Il campionato di quest’anno si preannuncia spaccato in due, come nel passato. Sei squadre a lottare per i quattro posti nei play-off concentrati a maggio: semifinali il 6 e 13, finale il 27. Le altre quattro, la novità è il Cus Torino che riporta il capoluogo piemontese nella massima serie dopo 42 anni, a evitare la retrocessione e conquistare qualche scalpo di prestigio. Il Lyons Piacenza negli ultimi anni si è specializzato in questo.

Le sei big sono Petrarca, Rovigo, Valorugby, Calvisano, Fiamme Oro e il Colorno super rinforzato del trevigiano Umberto Casellato, due scudetti sulle panchine di Mogliano, Rovigo e tanta voglia di centrare il terzo. Il calendario distribuisce uno scontro diretto a giornata, a partire da Calvisano-Valugby. Nel quarto, sesto e nono turno doppi scontri diretti. Così il 22 aprile, all’ultima giornata di regular season, Fiamme Oro-Petrarca e Rovigo-Hbs Colorno potrebbero rivelarsi spareggi decisivi.

L’inizio del campionato sarà anticipato, il 17 e 24 settembre dalle prime due giornate di Coppa Italia: due gironi da 5 squadre con match di sola andata, le migliori classificate alla finale dell’8 aprile. Campione in carica e squadra da battere anche qui, naturalmente, il Petrarca.
 

Ultimo aggiornamento: 13:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci