Tri Nations, All Blacks sbranati dai Pumas 25-15, l'Argentina non aveva mai battuto la Nuova Zelanda Highlights

Sabato 14 Novembre 2020 di Paolo Ricci Bitti
Rugby, All Blacks sbranati dai Pumas 25-15, l'Argentina non aveva mai battuto la Nuova Zelanda

RugbyAll Blacks in ginocchio, sbranati dai Pumas: non era mai accaduto ed è accaduto oggi. L'Argentina ha fatto fuori per la prima volta la Nuova Zelanda: 25-15 e non state a guardare l'ordine dei numeri perché si è giocato in Australia, alle porte di Sydney, al Parramatta Bankwest Stadium. Siamo insomma nel Tre Nazioni dell'anno del Covid, il torneo delle potenze dell'emisfero sud orbato dal Sud Africa campione del mondo che se n'è restato a casa.

Commovente il percorso dell'Argentina che non giocava un test match da 402 giorni e che ha messo insieme la squadra in situazione di totale emergenza: meno della metà dei giocatori entrati nella Storia aveva qualche partita vera nelle gambe (sono quelli che giocano nei club europei) e gli altri si era allenati alla meno peggio in un paese in ginocchio per il coronavirus, mentre gli All Blacks, sempre più eccezionali testimonial della Nuova Zelanda anche per quanto riguarda la nazione che per prima è uscita dalla crisi della pandemìa, erano e sono rodatissimi dai match del Super Rugby e dalla Bledisloe Cup.

Per gli Dei del rugby doveva insomma essere una passeggiata anche perché la statistica era - al solito - dalla loro parte: in 29 match i Pumas avevano strappato solo un pareggio ed era inoltre dal 2011 che gli All Blacks non perdevano due partite di seguito (ma contro Wallabies e Springboks). E l'ultima volta che avevano giocato avevano appunto perso dall'Australia. Roba che adesso i "tutti neri" sono impelagati nel loro anno più nero: un pareggio, due vittorie e due sconfitte. Se non è lutto nazionale poco ci manca. 

 

Stratosferico, nell'Argentina che come sempre schiera solo giocatori argentini di nascita e di scuola imitata in ciò solo dal Sud Africa, il mediano di apertura Nicolas Sanchez che ha occupato tutto il tabellino dei Pumas: una meta, una trasformazione e sei piazzati. Fantascientifico, come lo smarrimento mostrato dagli All Blacks per quasi tutto il match. Magari essere smentiti, ma non ricapiterà per un bel pezzo.

 

Ultimo aggiornamento: 11:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA