Live F1, GP Silverstone diretta: vince Verstappen che batte le Mercedes, quarto Leclerc

Domenica 9 Agosto 2020 di Massimo Costa
Live F1, GP Silverstone diretta: vince Verstappen che batte le Mercedes, quarto Leclerc

Dovevano essere due Gran Premi dominati dalla Mercedes quelli disputati sulla pista di Silverstone il 2 agosto e oggi, 9 agosto, e invece si sono registrate due gare quanto mai incerte per via degli pneumatici. La settimana scorsa, i colpi di scena si sono verificati negli ultimi giri, con il dechappamento delle gomme anteriori sinistre delle due Mercedes e della McLaren-Renault di Carlos Sainz, questa volta il consumo delle Pirelli si è verificato fin dai primi giri colpendo incredibilmente quasi tutte le squadre e in particolare le due W11 di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. E' stato strano vedere le gomme medie "indossate" dai due piloti di Toto Wolff entrare in crisi dopo pochi chilometri, mentre la Red Bull-Honda ha giocato d'astuzia forse prevedendo tale usura e partendo con pneumatici a mescola dura. Max Verstappen, con la sua proverbiale abilità, ne ha approfittato ed ha messo in scacco Bottas e Hamilton. Un migliore assetto trovato per questa gara, ha probabilmente favorito la RB16, più gentile con le gomme. Il campione del mondo inglese aveva provato ad arrivare al traguardo con una sola sosta, ma il degrado era forte e a 10 giri dall'arrivo ha dovuto fermarsi per un secondo pit-stop. Ha quindi recuperato  raggiungendo il suo compagno, in difficoltà con l'aderenza della sua W11 ormai inesistente anche dopo il secondo cambio gomme, e portandogli via la seconda piazza.

Verstappen non credeva ai propri occhi e dopo aver sfiorato la vittoria sette giorni fa, questa volta ha centrato il successo interrompendo quello che pareva essere un dominio totale della Mercedes in questo mondiale. Non era infatti un segreto che Toto Wolff e compagnia puntassero a vincere tutte le gare del Mondiale 2020. Ci ha pensato la Red Bull con Verstappen a infrangere tale tentativo di record. L'olandese è stato implacabile, perfetto in ogni frangente, bravo nel non eccedere nella guida. Una vittoria meritata, la nona in carriera, che gli permette anche di diventare secondo in campionato ai danni di Bottas. Il finlandese non l'ha presa bene e per la prima volta, sceso dalla sua monoposto, ha criticato la squadra per la pessima strategia adottata nei suoi confronti.

Ma c'è stato un altro grande protagonista nel GP del 70° Anniversario: Charles Leclerc. Il monegasco è riuscito a effettuare un solo pit-stop grazie a un azzeccatissimo assetto della SF1000. A un certo punto della gara, Leclerc è stato il più veloce in pista e si era portato a 1"5 da Bottas, in quel momento terzo. Leclerc è stato bravissimo nella gestione delle Pirelli e se in Ungheria aveva sbagliato in tal senso, ha imparato decisamente in fretta. E così, dopo l'impensabile podio della scorsa settimana, è arrivato un altro impensabile piazzamento, la quarta posizione. E' invece mancato ancora una volta Sebastian Vettel, addirittura in testacoda alla prima curva dopo la partenza e miracolosamente evitato dagli altri piloti. I due weekend inglesi sono stati per Seb un vero incubo ed è veramente inspiegabile quello che gli sta capitando. In Ungheria aveva salvato il bilancio della Ferrari, ma nelle due corse di Silverstone non ne ha azzeccata una, in seria difficoltà con gli assetti estremi che sono stati scelti per queste gare.

Il quinto posto è andato ad Alexander Albon, che ha lottato, si è difeso, ha superato. Ma il suo compagno di squadra ha pur sempre vinto e lui ha concluso a 39". In Red Bull non saranno contenti e Albon sta rischiando il posto. Quinta e sesta posizione per le due Racing Point-Mercedes. La strategia adottata non è parsa troppo azzeccata e dopo la terza piazza in qualifica conquistata da Nico Hulkenberg, era lecito attendersi qualcosa di più. Lance Stroll ha concluso quinto, superato da Albon nel finale, Hulkenberg è stato chiamato a un pit-stop a pochi giri dalla fine veramente poco comprensibile. A punti la Renault, ottava con Esteban Ocon mentre Daniel Ricciardo (quinto in qualifica) è precipitato in 14esima posizione dopo un testacoda. Punti anche per la McLaren-Renault, nona con Lando Norris, ma anche dal team di Woking ci si attendeva molto di più; fuori dalla top 10 Carlos Sainz. Ultimo punto per l'Alpha Tauri, non con Pierre Gasly che partiva settimo, ma con Daniil Kvyat, ottimo nella gestione della gara. Grandi difficoltà per Alfa Romeo, Haas e Williams.

La cronaca

Finale - Clamorosa vittoria di Verstappen e della Red Bull che ha consumato meno le gomme. Secondo posto per Hamilton e terzo Bottas. Grande quarta posizione di Leclerc, quinto Albon che ha preceduto Stroll Hulkenberg Ocon Norris e Kvyat, questi i piloti a punti. A seguire, Gasly, Vettel fuori dalla top 10, Sainz, Ricciardo Raikkonen, Grosjean, Giovinazzi, Russell e Latifi.

Leclerc gira più lentamente, ricordiamo che ha fatto un solo pit-stop, deve cercare di gestire gli ultimi 2 giri e un vantaggio di 9" su Albon

50° giro - Verstappen + 8"9 Hamilton quando mancano 2 tornate al traguardo mentre Albon di forza supera Stroll per il quinto posto

49° giro - Hamilton dopo una breve battaglia con Bottas lo supera e sale secondo

47° giro - Hamilton vede Bottas, gira 1"2 più rapido del compagno di squadra che pare in crisi con le gomme

Bottas sembra essersi arreso e non va alla caccia di Verstappen, i suoi tempi si alzano

46° giro - Verstappen + 5"7 Bottas + 9" Hamilton, Leclerc quarto ha Stroll a 18" poi Albon Hulkenberg Ocon Norris Kvyat Gasly Vettel Sainz Ricciardo Raikkonen Latifi Giovinazzi Grosjean Russell

44° giro - Terza sosta per Hulkenberg che riparte con le soft

43° giro - Hamilton avvicina Leclerc rapidamente, è lotta per il terzo posto

Verstappen + 4"Bottas + 6"9 Leclerc + 11"7 Hamilton + 23" Hulkenberg + 25" Stroll poi Albon Ocon Norris Kvyat Gasly Vettel Sainz Ricciardo Raikkonen Latifi Giovinazzi Grosjean Russell Magnussen

41° giro - No, Hamilton non ce la fa e decide di rientrare per il secondo pit-stop, ma probabilmente troppo tardi. Lewis rientra quarto alle spalle di Leclerc

40° giro - Hamilton tenta di arrivare al traguardo, mancano 12 giri alla fine. Verstappen inizia a spingere e si porta a 8"1 dal britannico. Bottas sembra non reagire ed è terzo a 4" dall'olandese ed ha un vantaggio di 1"8 su Leclerc

38° giro - Hamilton + 10"2 Verstappen, 13"1 Bottas che vede avvicinarsi Leclerc incredibilmente veloce e con un solo pit-stop effettuato

36° giro - Hamilton Verstappen Bottas Leclerc Hulkenberg Stroll Albon Ocon Norris Kvyat Gasly Vettel Sainz Grosjean Raikkonen Ricciardo Russell Latifi Giovinazzi Magnussen

35° giro - Pit-stop per Kvyat e Ricciardo, Hamilton tiene 11"2 su Verstappen e 13"4 su Bottas

35° giro - Hamilton è in testa, + 11" su Verstappen, e comincia a pensare di non fare la seconda sosta per provare ad arrivare al traguardo nonostante il degrado delle sue gomme.

33° giro - Secondo pit-stop per Vettel che riparte con le medie

32° giro - Pit-stop per Verstappen (le medie hanno durato poco) e Bottas che montano entrambi gomme dure

Giro più veloce di Verstappen che lancia l'esca alle Mercedes, costrette a inseguire e a consumare di più le gomme

31° giro - Al secondo pit-stop Stroll mentre Ricciardo va in testacoda mentre si difendeva da Sainz

30° giro - Secondo pit per Hulkenberg e Albon, anche loro ancora con gomme medie

Leclerc segna il giro più veloce ed è in sesta posizione, secondo pit-stop per Norris che monta nuovamente le hard

27° giro - Verstappen + 2"3 Bottas, 6"5 Hamilton, 16"6 Hulkenberg, 18"4 Stroll, 23"7 Leclerc poi Norris Albon Ocon Kvyat in top 10. A seguire Ricciardo Sainz Vettel Giovinazzi Grosjean Gasly Raikkonen Russell Latifi Magnussen, penalizzato di 5" per un contatto con Latifi

Verstappen non perde tempo, attacca subito Bottas e lo passa facilmente con le gomme fresche

26° giro - Verstappen va ai box e monta gomme medie. L'olandese entra appena alle spalle di Bottas

Hamilton sembra in difficoltà con il consumo gomme anche con le hard mentre Verstappen prosegue imperterrito fin dall partenza con le hard. Secondo pit-stop per Russell, che monta nuovamente hard

23° giro .- Secondo pit per Gasly, riutilizza le hard: c'è un problema gomme a Silverstone?

21° giro - Pit per Sainz che però riparte con difficoltà con le medie

19° giro - Verstappen (senza pit-stop) comanda con 13"5 su Bottas e 16"1 su Hamilton. Quarto è Sainz (senza pit) poi Hulkenberg Stroll Ocon (senza pit) Ricciardo Vettel (senza pit) mentre Leclerc passa bene Norris per il decimo posto.

18° giro - Pit per Stroll e Leclerc che dalle medie passano alle dure

17° giro - Pit per Grosjean, superato poco prima da Vettel e Norris.

15° giro - Verstappen + 10"6 Stroll, 13"2 Bottas, 16"9 Hamilton, 18"8 Leclerc, Sainz Hulkenberg Ocon Kvyat Ricciardo Grosjean Vettel Norris Gasly Albon Raikkonen Giovinazzi Russell Magnussen Latifi

15° giro - Hulkenberg ai box per le gomme hard. Prima posizione per Verstappen mentre Hamilton in recupero supera Leclerc

14° giro - Ai box Hamilton per montare le gomme dure. Ricordiamo che Verstappen non sta incontrando problemi con gli pneumatici in quanto è partito con le dure

13° giro - Pit-stop per Bottas (gomme dure), Hamilton passa primo con Verstappen che non lo molla

12° giro - In pit-lane entra Norris che va con le medie

11° giro - Hamilton comunica che le gomme posteriori sono finite, Verstappen gli è molto vicino

10° giro - Bottas + 1"1 Hamilton, 2"2 Verstappen, 10"4 Hulkenberg, 12"8 Stroll, 14"5 Ricciardo, 18"1 Norris, 18"7 Leclerc, 23"0 Sainz, 27"9 Ocon, poi Kvyat Grosjean Vettel Gasly Raikkonen Albon Giovinazzi Russell Magnussen Latifi
 

 

Verstappen sta approfittando delle difficoltà Mercedes con le gomme ed è vicinissimo a Hamilton

9° giro - Ai box anche Magnussen e Latifi che ripartono con le hard

8° giro - Pit per Russell che riparte con le hard. Anche in Mercedes scatta l'allarme gomme

7° giro - Pit-stop per Gasly e Giovinazzi. Bottas sempre in testa con 1"1 su Hamilton, 2"8 Verstappen 9"6 Hulkenberg, poi Stroll Ricciardo Norris Leclerc Sainz e Ocon

Le gomme medie vanno già in crisi dopo appena 6 giri e Albon si ferma per il primo pit-stop per montare le Pirelli dure

Il replay evidenzia l'errore di Vettel alla prima curva, che sul cordolo si è girato da solo e per un pelo non ha colpito Sainz

1° giro - Bottas mette 8 decimi tra sè e Hamilton mentre Verstappen è già a 2"9, poi le due Racing Point con Hulkenberg davanti a Stroll. Sesto Ricciardo davanti a Gasly con l'Alpha Tauri, ottavo Norris che precede Albon Leclerc Sainz Ocon Magnussen (gran partenza dal fondo) Kvyat Giovinazzi Grosjean Russell Raikkonen Vettel Latifi
 


Bella partenza di Bottas, ma Hamilton attacca il finlandese, che però risponde bene. Terzo Verstappen, poi Hulkenberg Stroll Ricciardo Gasly Norris Albon Leclerc Sainz e Ocon, ultimo Vettel che si è girato

Con gomme dure partono Verstappen, Norris, Vettel, Sainz, Kvyat e Raikkonen. Tutti gli altri con le medie

Fa più fresco rispetto a domenica scorsa, 24 gradi aria, 43 la pista

Tutto è pronto per il giro di formazione della seconda gara stagionale a Silverstone, denominata GP 70° Anniversario del Mondiale F1, che iniziò proprio su questo circuito nel 1950. 

Mentre il paddock si è letteralmente spaccato sul caso Racing Point punita dalla FIA con multa economica e punti nella classifica costruttori, una sentenza FIA che però non fa chiarezza (come spesso capita la Federazione anziché rendere lineari le situazioni, crea ulteriore caos) e che ha portato Renault, Ferrari, Williams e McLaren a interporre appello perché vogliono che il team di Lawrence Stroll sia soggetto a maggiori sanzioni, c'è anche un Gran Premio di cui parlare. Con Valtteri Bottas bravissimo a sottrarre la pole al compagno di squadra Lewis Hamilton per una prima fila tutta Mercedes. E a proposito di Racing Point-Mercedes, da seguire la gara di Nico Hulkenberg, brillante terzo davanti alla Red Bull-Honda di Max Verstappen. Farà una gara di attacco Daniel Ricciardo con la Renault, quinto e in terza fila con Lance Stroll, alla guida della seconda Racing Point. Charles Leclerc è in quarta fila, ottava piazzola, preceduto anche dal team di Faenza Alpha Tauri-Honda, con Pierre Gasly veramente pimpante. Alexander Albon con la Red Bull-Honda e Lando Norris con la McLaren-Renault sono in quinta fila. Esteban Ocon, undicesimo, partirà quattordicesimo per una penalità causa blocco a George Russell in qualifica. Sebastian Vettel, sale così da dodicesimo a undicesimo in griglia di partenza.

Ultimo aggiornamento: 10 Agosto, 16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA