FE, Lynn (Mahindra) è il migliore della penultima sessione di prove a Valencia: scende sotto il minuto e 12"

Domenica 29 Novembre 2020 di Mattia Eccheli
La Mahindra di Alex Lynn

VALENCIA – La Mahindra ha atteso fino alla penultima sessione prima di provare il tempo nei test che anticipano la settima stagione della Formula E. Che ha poi centrato con Alexander Lynn, sceso sotto il minuto e 12 secondi come aveva già fatto Antonio Felix Da Costa (DS Techeetah) al mattino. Il britannico ha registrano un crono di 1:11.941 risultando il più veloce nelle prime due sezioni. Nell'ultima il miglior tempo lo ha centrato il debuttante Jake Dennis (Bmw i Andretti), che ha però chiuso virtualmente al terzo posto.

 

Il compagno di squadra del team bavarese, Maximilian Günther, si è inserito in seconda posizione. Le scuderie hanno ora di fronte una giornata di relativo riposo, nel senso che domani non sono previste sessioni in pista. Ma ingegneri e meccanici lavoreranno alla messa a punto delle 24 monoposto a zero emissioni dopo aver sperimentato una temperatura dell'asfalto praticamente analoga a quella dell'aria, tra i 17 ed i 18°.

Finalmente si è fatta viva anche la Jaguar, che con Sam Bird ha ottenuto il quarto crono, peraltro ad appena 9 millesimi dall'esordiente britannico. A sua volta l'espero Bird si è tenuto alle spalle per soli 8 millesimi lo svizzero della Rokit Venturi Edoardo Mortara. Tradizionalmente sui tracciati veloci le monoposto della Audi Sport (di cui è cliente la Virgin) vanno forte, come confermano i buoni risultati sempre ottenuti a Città del Messico ed a Berlino. Nelle ultime stagioni la Formula E si è tuttavia livellata verso l'alto e l'affermazione secondo cui «tutti possono vincere» è non solo verosimile, ma praticamente vera.

 

Fra le dodici scuderie in competizione, solo una non ha mai vinto: la Tag Heuer Porsche, che ha però debuttato nel circuito elettrico la scorsa stagione conquistando comunque due piazze d'onore con André Lotterer, l'unico tra i big non essersi ancora aggiudicato un ePrix. La Nio 333 ha due affermazioni all'attivo, ma entrambe risalgono alla prima stagione e l'ultimo podio è vecchio di due anni e mezzo. Il palmares della Dragon Penske non è tanto diverso: non vince dal marzo del 2016 e non piazza una macchina fra le prime in tre in gara del giugno del 2018.

Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre, 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA