F1, GP Sochi: torna il pubblico, 30 mila spettatori sulle tribune dell'autodromo

Domenica 27 Settembre 2020 di Massimo Costa
F1, GP Sochi: torna il pubblico, 30 mila spettatori sulle tribune dell'autodromo

Gli organizzatori del Gran Premio di Sochi, in Russia, erano stati chiari fin dall’inizio con Liberty Media: noi una gara di F1 senza pubblico non la vogliamo se non ci permettete di far entrare il pubblico. I padroni della F1 hanno abbozzato aspettando di vedere come si evolveva la situazione Covid-19. Considerando che i numeri Coronavirus provenienti dalla Russia sono stati sempre poco chiari e pure contestati dagli esperti virologi locali, Liberty Media ha lasciato fare agli organizzatori e al governo. Alla fine, è stato permesso di accogliere ben 30 mila spettatori per ognuna delle tre giornate del weekend F1.

LEGGI ANCHE --> Live F1, GP Sochi diretta: vince Bottas su Verstappen, Leclerc 6° con la Ferrari

Dunque, un totale di 90 mila. Ma in realtà, il pienone c’è stato soltanto la domenica per il Gran Premio. Ed è stato un bel vedere, senza dubbio, un segnale di un ritorno alla normalità che in realtà non c’è perché in tutta Europa la situazione Covid-19 è preoccupante e, per esempio, nessun Paese ha pensato di permettere nel mondo del calcio un così alto numero di tifosi (i 30 mila di Sochi) sulle tribune. In F1, ad aprire al pubblico per la prima volta nel 2020 era stato il Mugello, ma con 3.000 persone ammesse e con l’obbligo dell’uso della mascherina e relativo distanziamento in tribuna tra i diversi nuclei famigliari. In Russia, di mascherine se ne sono viste pochissime e nella tribuna centrale il distanziamento non è proprio esistito, tutti vicini come niente fosse. Il pubblico potrà entrare anche al prossimo GP di Germania al Nurburgring, non più di 20 mila spettatori, mentre anche per Imola la Regione Emilia Romagna permetterà non più di 13.147 spettatori.
 

Ultimo aggiornamento: 29 Settembre, 08:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA