Bottas strappa la pole a Hamilton dopo un gran duello, Hulkenberg magico terzo, Ferrari a picco

Sabato 8 Agosto 2020 di Massimo Costa
Nella foto, Valtteri Bottas
Con un confronto finale entusiasmante, Valtteri Bottas ha sottratto a Lewis Hamilton la pole nel GP del 70° Anniversario del Mondiale F1. La Mercedes ha impiegato le gomme medie per il Q3 che era iniziato bene per il pilota britannico, avendo segnato il tempo di 1'25"284 mentre Bottas si era fermato sul crono di 1'25"400. Nel tentativo conclusivo, la grande battaglia. Nel primo settore, Lewis e Valtteri hanno siglato lo stesso tempo, 27"334; nel secondo settore, Bottas 34"470 e Hamilton 34"548, nell'ultimo Bottas 23"350, Hamilton 23"335. Risultato finale, 1'25"154 per il numero 77 e 1'25"217 per il numero 44, una differenza di 63 millesimi. Bottas, distante 30 punti da Hamilton nella classifica di campionato dopo la sfortunata gara di domenica scorsa nella quale ha dechappato la gomma anteriore sinistra finendo fuori dalla top 10, è alla 13esima pole della carriera e domani cercherà di strappare il secondo successo stagionale, magari cercando di essere più aggressivo rispetto al GP di Gran Bretagna. Hamilton permettendo, ovviamente.

Il terzo classificato ha rimediato un distacco enorme: 0"928. Ma la sorpresa è grande perché dalla terza piazzola scatterà Nico Hulkenberg con la Racing Point-Mercedes. Il tedesco chiamato a sostituire Sergio Perez (colpito dal Covid-19) domenica scorsa non aveva partecipato alla corsa per un problema al motore e in qualifica non aveva superato la Q2. Normale considerando che era arrivato in pista il giovedì nel tardo pomeriggio. Acquisita maggior sicurezza al volante della RP20, Hulkenberg ha fatto faville nel Q3, rischiando di rovinare tutto nel Q2 per un piccolo errore che poteva compromettere il fondo della sua vettura. L'ex pilota Renault ha spiazzato gli avversari con il terzo crono in 1'26"082 e parte del merito va anche agli uomini della Racing Point, bravi nella preparazione della vettura e nel non farsi travolgere dalle polemiche di questi giorni. Forse avete capito l'accanimento esagerato contro la Racing Point: è nelle primissime file e a qualcuno questo provoca molto fastidio. Lance Stroll si è invece piazzato sesto a 4 decimi da Hulkenberg.

In seconda fila con Hulkenberg, la Red Bull-Honda di Max Verstappen, quarto in 1'26"176. Poco è cambiato dal weekend scorso per la squadra di Milton Keynes e non ci si poteva del resto aspettare alcun miracolo. Terza fila per una Renault che a Silverstone si conferma molto competitiva con Daniel Ricciardo quinto. L'australiano ha ottenuto il tempo con le gomme medie. Male, invece, Esteban Ocon che continua a faticare in qualifica ed è soltanto undicesimo. Bella la quarta fila conquistata da Pierre Gasly con la Alpha Tauri-Honda, settimo davanti a una Ferrari che nonostante le parole di circostanza del team principal Mattia Binotto, peggiora sempre più: Charles Leclerc è ottavo a 1"4 da Bottas. Disorientato Sebastian Vettel che a Silverstone incredibilmente proprio non si trova con la SF1000. Poca gioia per la McLaren-Renault a Silverstone, con Lando Norris decimo e Carlos Sainz fuori dal Q3 e tredicesimo. Buon guizzo di Romain Grosjean con la Haas-Ferrari, quattordicesimo davanti a un brillante George Russell con la Williams-Mercedes, quindicesimo. Male Daniil Kvyat con l'Alpha Tauri, rimasto impigliato nel Q1 per un problema al fondo, come ha detto via radio il russo. Sempre peggio le Alfa Romeo-Ferrari, precipitate in ultima fila.

Sabato 8 agosto 2020, qualifica 

1 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'25"154 - Q3
2 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'25"217 - Q3
3 - Nico Hulkenberg (Racing Point-Mercedes) - 1'26"082 - Q3
4 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'26"176 - Q3
5 - Daniel Ricciardo (Renault) - 1'26"297 - Q3
6 - Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) - 1'26"428 - Q3
7 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'26"534 - Q3
8 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'26"614 - Q3
9 - Alexander Albon (Red Bull-Honda) - 1'26"669 - Q3
10 - Lando Norris (McLaren-Renault) - 1'26"778 - Q3
11 - Esteban Ocon (Renault) - 1'27"011 - Q2
12 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'27"078 - Q2
13 - Carlos Sainz (McLaren-Renault) - 1'27"083 - Q2
14 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'27"254 - Q2
15 - George Russell (Williams-Mercedes) - 1'27"455 - Q2
16 - Daniil Kvyat (Alpha Tauri-Honda) - 1'27"882 - Q1
17 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'28"236 - Q1
18 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'28"430 - Q1
19 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'28"433 - Q1
20 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'28"493 - Q1 Ultimo aggiornamento: 9 Agosto, 16:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA