Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Veretout ai margini della Roma: l'unica offerta è di 8 milioni, Pinto ne vuole 15. Mourinho lo ha bocciato

Sempre titolare in Serie A fino al 16 gennaio (Roma-Cagliari), poi qualcosa si è rotto

Venerdì 3 Giugno 2022 di Gianluca Lengua
Veretout ai margini della Roma: l'unica offerta è di 8 milioni, Pinto ne vuole 15. Mourinho lo ha bocciato

Sempre titolare in Serie A fino al 16 gennaio (Roma-Cagliari), poi qualcosa si è rotto. È la parabola di Jordan Veretout in giallorosso, considerato un imprescindibile da José Mourinho fino a metà stagione per poi accomodarsi in panchina per ragioni non ufficialmente specificate. L’arrivo di Oliveira durante il mercato invernale ha parzialmente sopperito alla sua assenza, anche se privarsi di un giocatore che è stato centrale per cinque mesi non è stato semplice. Il tecnico ha dovuto inventarsi Mkhitaryan in mediana per alternarlo al portoghese e ha chiesto a Cristante di fare gli straordinari. Risultato? Dal 16 gennaio in poi Veretout ha visto il campo da titolare in Serie A cinque volte (quattro della quali nelle ultime partite della stagione con una finale giocare) certificando l’allontanamento dalla capitale.

Roma, Zaniolo: rinnovo o addio. Il prezzo di partenza per la cessione è 50 milioni

Roma, rebus Mkhitaryan: l’Inter affonda, ma la trattativa è in stand-by. E Totti: «Con lui i nerazzurri si rafforzano»

Ciliegina sulla torta il “Covid-party” organizzato dalla moglie in occasione del suo compleanno che ha messo a repentaglio la sicurezza del centrocampista e di tutta la squadra. Jordan avrebbe voluto un adeguamento di contratto a settembre che avrebbe comportato un aumento dello stipendio a 6 milioni di euro (attualmente ne percepisce 3), la Roma ha risposto offrendogliene 4 bonus compresi. Lui ha rifiutato e ha praticamente chiuso i rapporti con il club. Ad aprile, poi, il cambio di procuratore da Giuffredi a Kevin Benhaim, un’operazione propedeutica all’addio. Addio sì, ma a che costi? La Roma lo ha acquistato nel luglio del 2019a. 18 milioni facendogli un contratto fino al 2024, ad oggi è a bilancio a 9,1. Significa che venderlo a meno di questa cifra comporterebbe per il club una minusvalenza. Ecco perché l’unica offerta arrivata sulla scrivania di Pinto da 8 milioni, inviata dal Marsiglia, è stata rigettata in attesa che arrivi qualcosa di più concreto. Il mercato è lungo e Veretout può essere certamente un calciatore utile a molti club europei, anche se la svalutazione a cui è andato incontro negli ultimi 5 mesi può creare non pochi problemi alla cessione. La Roma vorrebbe incassare almeno 15 milioni, una cifra astronomica per un giocatore pubblicamente bocciato da Mourinho. Il rischio è che diventi un esubero a costi folli, una situazione che non conviene ad entrambi le parti. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA