Lazio, Inzaghi deluso: «Mi aspettavo di più, non siamo ancora una grande squadra»

Domenica 15 Settembre 2019
«Oggi abbiamo svolto un primo tempo molto buono, poi siamo calati nella ripresa. Non abbiamo più avuto ordine e costruzione. Quando perdiamo ordine e proviamo ad offendere con i nostri solisti perdiamo la nostra coralità. Per quanto visto in campo sono pochi i quattro punti raccolti finora, ma ci deve servire per il futuro perché queste gare non possono più accadere». È il commento alla sconfitta per 2-1 di ferrara contro la Spal del tecnico della Lazio, Simone Inzaghi. «Mi aspettavo di più da tutti, ma nel primo tempo non c'è stato nulla da eccepire. Dovevamo segnare un gol in più nel primo tempo -prosegue il mister nella conferenza stampa post gara-. Dobbiamo cambiare registro perché non mi sta bene perdere una partita del genere. Abbiamo avuti diversi calciatori in Nazionale ma li ha avuti anche la Spal».

«La sostituzione di Patric è stata una mia soluzione perché il calciatore era già ammonito. Sono a capo della squadra e dovremo analizzare il secondo tempo, quando perdiamo ordine diventiamo una squadra normalissima. Anche oggi abbiamo pagato un black-out, ci serve ancora un salto per diventare una squadra da vertice», conclude.
Ultimo aggiornamento: 18:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA