Serie B, il Frosinone e il Chievo si rilanciano. Gioia in extremis per Spal, Salernitana e Reggina

Sabato 24 Ottobre 2020 di Vanni Zagnoli

E’ il pomeriggio del Frosinone, capace di vincere a Pescara e di portarsi nel gruppo al terzo posto in classifica. Oddo, viceversa, nel ritorno in Abruzzo conferma le perplessità che spesso accompagnano chi torna ad allenare la squadra dove aveva sfiorato la serie A, poi l’aveva conquistata, salvo essere esonerato a due turni di stagioni, quando ormai era staccato dalla zona salvezza. E’ ultimo, con un punto in 5 giornate.

Ancora senza vittorie il Monza, la società più ambiziosa, battuta in rimonta al Brianteo dal Chievo, complice l’uomo in meno dei biancorossi per un tempo. Emozioni a Ferrara, con il Vicenza avanti per due volte e poi superato su rigore, allo scadere. La Reggina avanza a Pordenone, subisce due gol e nel finale conquista il 2-2. L’Ascoli si piega nel finale a Salerno e si infuria per un penalty che si poteva fischiare.

Pescara-Frosinone 0-2: 6’ Ciano, 5’ st Novakovich.

Errore di Jaroszynski, sulla destra, sulla pressione di Zampano e Rohden, palla a Novakovich, che supera Scognamiglio e serve Ciano, piatto e vantaggio. Bardi nega il pari a Ventola, poi occasioni per Ciano e per Rohden. Jaroszynski sbaglia anche sul bis, perde palla sulla sinistra Zampano serve in profondità Ciano che all’ingresso in area invita Novakovich al tocco a porta vuota. Gli adriatici combinano poco, meglio il Frosinone, insidioso con Maiello, e al 3° successo in 4 gare, Bardi non prende gol da 395'.

Monza-Chievo 1-2: 29’ Boateng (M) rig, st 4’ e 19’ Djordjevic.

In serie B, Brocchi non gira, a Brescia venne esonerato. Il Monza comunque avanza su rigore, lo sgambetto di Leverbe su Finotto è involontario, leggero ma punibile, Boateng in cadetteria è competitivo, dal dischetto è freddo. Dani Mota avvicina il raddoppio, poi il Chievo reclama il rigore. Espulso al 44’ Barillà per due scivolate, la seconda su Fabbro. Traversa di Mogos per i veronesi. 

Nel secondo tempo, tocco di Obi su cross da destra e Djordjevic pareggia. Nuovo vantaggio brianzolo, di Dani Mota, giustamente annullato per fuorigioco di Donati. Risolve l’azione di Garritano, il portiere Sommariva respinge, chiude in porta l’ex laziale Djordjevic. A 7’ dalla fine l’espulsione di Viviani riporta la parità numerica, bastava peraltro l’ammonizione, anche se ha colpito la caviglia. Per la squadra del presidente Campedelli è la terza vittoria di fila.

Spal-Vicenza 3-2: 21’ Dalmonte (V), 38’ Murgia (S); st 5’ Meggiorini (V), 15’ Valoti (S). 48’ Castro rig.

Gori coglie il palo esterno, per i veneti, in avvio, sull’uscita sbagliata da Berisha. Splendido il destro da fuori di Dalmonte, per il vantaggio berico. Il primo pari su azione Castro-Dickmann, traversa e tocco di Murgia. Poi il contropiede su errore di Valoti e assist di Dalmonte. Proprio Valoti si fa perdonare, pareggiando. Risolve un tiro da fuori di Sernicola, Cinelli si oppone la palla finisce sul piede e poi sul braccio destro, scomposto, il fischio di Serra ci può stare. Marino non guarda, lo scavetto di Castro entra, con il brivido.

Salernitana-Ascoli 1-0: 42’ st Anderson.

Pioggia battente all’Arechi, Leali evita un gol, in avvio. Bertotto chiede grande attenzione difensiva, a metà ripresa i marchigiani sfiorano il vantaggio con Tupta. Sul destro da fuori di Andre Anderson, la palla rimbalza vicino alla porta, Leali è imperfetto nell’uscita e così è 1-0. Nel recupero Walter Lopez entra su Cangiano, forse prende prima la palla dell’avversario, comunque ci stava il rigore per l’Ascoli.

Pordenone-Reggina 2-2: 13’ Liotti (R); st 4’ Diaw (P), 25’ Ciurria (P), 44’ Folorunsho (R).

A Lignano Sabbiadoro, Liotti segna su cross da destra, è alla 3^ rete in questo avvio. Bianchi sfiora il bis. Il pari è di Diaw, su azione individuale, una delle tante con cui si era rivelato a Cittadella. Capovolge il match il sinistro da fuori di Ciurria, tornato trequartista. Al primo tiro in porta della ripresa, i calabresi pareggiano, con il destro di Folorunsho (romano, cresciuto nel settore giovanile della Lazio), è peraltro determinante la deviazione di Bassoli. 

Classifica: Empoli 13, Salernitana 11; Cittadella, Frosinone e Chievo 10, Venezia e Reggina 7, Spal 6; Lecce 5, Reggiana, Cosenza, Brescia e Pordenone e Ascoli 4. Monza, Cremonese, Entella e Pisa 3; Vicenza 2, Pescara 1.

Domani, su radioRai1 e su Dazn: alle 15, Cosenza-Lecce, alle 20,30 Cremonese-Brescia. Entella-Venezia e Reggiana-Cittadella rinviate. Da recuperare anche Monza-Vicenza.

Ultimo aggiornamento: 18:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA