Roma, Fonseca: «Non mi arrendo, ho l’appoggio del presidente. Dzeko fuori con lo Spezia»

Venerdì 22 Gennaio 2021 di Gianluca Lengua
Roma, Fonseca: «Non mi arrendo, ho l appoggio del presidente. Dzeko fuori con lo Spezia»

Paulo Fonseca getta acqua sul fuoco che nell’ultima settimana si è acceso a Trigoria. Il tecnico annuncia l’esclusione di Dzeko dalla gara contro lo Spezia per un problema fisico: «Ha avuto una contusione nella partita di Coppa Italia, ieri ha sentito un fastidio e non sarà pronto». Sulle discussioni nello spogliatoi e il sesto cambio non consentito sul regolamento ha poi chiarito: «Io ho sempre sentito l’appoggio del presidente. È vero, dobbiamo tutti sapere le regole. Il problema è che le regole cambiano tutti gli anni. I litigi nel post Roma- Spezia? Non voglio contribuire a questa speculazione». Ecco la conferenza stampa del tecnico. 

LEGGI ANCHE Roma, caccia al nuovo segretario: incontro con Lombardo, ex Juve

Il futuro dell’allenatore. «Io ho sempre sentito l’appoggio del presidente. Da quando sono qui ho sentito l’appoggio del presidente, oggi abbiamo parlato e l’ho sentito di nuovo. Questa per me non è una questione». 

Dzeko. «Sfortunatamente abbiamo qualche problema con i giocatori: Pedro non sta bene, Mkhitaryan è in dubbio e Dzeko ha avuto una contusione nella partita (di Coppa Italia ndc). Ieri ha sentito un fastidio e non sarà pronto per la partita. Io sono centrato per la partita di domani e devo affidarmi a giocatori pronti». 

Il regolamento sulle sostituzioni. «Si è vero, dobbiamo tutti sapere le regole. Il problema è che le regole cambiano tutti gli anni. In altre competizioni il sesto cambio è possibile, io non scappo dalle mie responsabilità, ma adesso è tempo di pensare alla partita contro lo Spezia».

Il post Roma-Spezia. «Sono qui da un anno e mezzo e conosco come funzionano le cose. Quando non si vince, qualsiasi cosa di possa dire di male della squadra arriva. Non voglio contribuire a queste speculazioni».

La squadra. «La squadra è dalla mia parte».

Le dimissioni. «Questo è un progetto nuovo, che ha un presidente nuovo. Noi dobbiamo crescere con queste difficoltà. Io non sono il tipo di persona che si arrende».

Gli errori difensivi. «Nel calcio se non ci fossero errori non ci sarebbe gol. Quello che è importante dire è che analizziamo sempre ciò che facciamo. Lavoriamo tutti i giorni a Trigoria per migliorare ciò che non va bene».

Il mercato. «Stiamo lavorando tutti i insieme, Pinto, il presidente Ryan ed io per trovare la miglior soluzione per migliorare la squadra». 

Pedro e Mkhitaryan. «Pedro non potrà giocare, Micki lo proviamo oggi e vedremo se ci sarà». 

La lettura della partita. «Quando vinciamo non ci sono problemi, quando perdiamo è normale che si parli di questo. Ogni partita è diversa, devo capire che succede e decidere. Io sbaglio come tutti gli altri». 

Mayoral. «L’ho trovato bene, ha fatto una gran partita come contro il Crotone. Ha creato molto, ha partecipato, è vero che ha sbagliato al momento del gol ma è un giovane. Per me ciò che è importante è che sta lavorando bene per la squadra, il gol arriverà» .

Lo Spezia. «Sarà una partita difficile. lo Spezia ha un’identità propria e non cambierà le sue intenzioni. Sarà una partita difficile, affrontiamo una squadra che vuole avere la palla e la stiamo preparando per vincere domani».

Video

 

Ultimo aggiornamento: 17:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA