Juve, la procura della Federcalcio riapre il processo sulle plusvalenze: coinvolti altri club

La Corte avrà ora 30 giorni per convocare la prima udienza

Giovedì 22 Dicembre 2022
Juve, la procura della Federcalcio riapre il processo sulle plusvalenze: coinvolti altri club

La Procura della Federcalcio riapre il processo plusvalenze. Sulla base dell'articolo 63 del codice di giustizia sportiva, è stata notificata alle parti la richiesta di revocazione della sentenza definitiva. Il processo sportivo infatti, si era concluso in primo grado lo scorso aprile con il proscioglimento per tutti i dirigenti e le società finite a giudizio davanti al Tribunale nazionale federale (a metà maggio, poi, la Corte d'appello federale aveva respinto il ricorso della Procura della Figc). In tutto si trattava di 59 dirigenti e 11 club, di cui cinque di Serie A (Genoa, Sampdoria ed Empoli, oltre a Juve e Napoli), e i presidenti Andrea Agnelli e Aurelio De Laurentiis. Ora il capovolgimento dei fatti. Alla luce della nuova inchiesta che ha coinvolto il mondo Juventus infatti, e in presenza di nuovi atti ritenuti decisivi per la revisione della pronuncia dalla Corte di appello federale, è arrivata la decisione della Procura della Federcalcio di impugnare la sentenza, per chiedere nuove sanzioni non solo nei confronti della Juventus, ma anche degli altri club coinvolti nelle operazioni con i bianconeri. La Corte avrà ora 30 giorni per convocare la prima udienza.  

Ultimo aggiornamento: 20:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA