Pelé di nuovo ricoverato in terapia intensiva, la figlia: «Tornerà presto, lo promettiamo!»

Venerdì 17 Settembre 2021
Pelé di nuovo ricoverato in terapia intensiva, la figlia: «Tornerà presto, lo promettiamo!»
1

Pelè, «si sta riprendendo bene», nell'ospedale in cui è stato operato all'inizio di settembre. Lo ha detto sua figlia su Instagram, per rassicurare i fan dopo che diversi media hanno riferito che la leggenda del calcio era tornata in terapia intensiva. «Questo è il normale scenario di guarigione per un uomo della sua età. Dopo un'operazione come questa, a volte si fanno due passi avanti e uno indietro. Ieri era stanco e ha fatto un passo indietro. Oggi ha fatto due passi avanti», ha scritto Kely Nascimento, senza però negare che il padre sarebbe rientrato nel reparto di terapia intensiva. 

Pelé operato per un tumore al colon: «Affronterò questa partita col sorriso». Ecco come sta O Rey

Il post della figlia

«Si sta riprendendo bene, per tornare in condizioni normali, lo promettiamo!», ha insistito nel post illustrato da una foto che la ritrae accanto a Pelé, che sorride, con indosso un piumino nero senza maniche, nell'ospedale Albert Einstein di San Paolo dove era già stato ricoverato il 31 agosto. «Questa foto è stata scattata adesso. Indossa un piumino, perché è di Santos (località balneare vicino a San Paolo) e il freddo di San Paolo lo infastidisce», ha scherzato la figlia di 'O Reì. «C'è molta angoscia nel mondo in questi giorni e non vogliamo aggiungerne altra», ha scritto. L'ospedale non pubblica un bollettino sanitario dal 14 settembre, giorno in cui Pelè è stato dimesso dalla terapia intensiva. Pelé è stato operato il 4 settembre per un tumore al colon, scoperto durante gli esami di routine. Il canale TV Record ha assicurato venerdì che Pelè doveva tornare nel reparto di terapia intensiva dove era stato curato per 10 giorni, a causa di un «problema alla laringe». Il canale Espn Brasil, dal canto suo, ha indicato che lo stato di salute dell'ex calciatore era «stabile», ma che doveva tornare in terapia intensiva in via precauzionale, dopo aver sofferto di «reflusso gastrico». 

 

Pelé, 80 anni, era stato operato il 4 settembre per un sospetto tumore al colon e si stava riprendendo, aveva fatto sapere l'ospedale di San Paolo che lo ha in cura. «Il tumore è stato identificato durante gli esami cardiovascolari e di laboratorio di routine e il materiale è stato inviato al laboratorio per l'analisi istologica», ha affermato l'ospedale Albert Einstein dove Pelé è ricoverato dal 31 agosto.

 

Pelè: «Ho fatto solo esami di routine, ma avvisate che domenica non gioco»

 


Pelé, il post su Instagram

«Amici miei, grazie mille per i gentili messaggi - aveva scritto Pelé in un post apparso sul suo profilo Instagram - Ringrazio Dio per avermi fatto sentire bene e per aver permesso al Dr. Fábio e al Dr. Miguel di prendersi cura della mia salute. Sabato scorso sono stato operato per rimuovere una lesione sospetta al colon destro. Il tumore è stato identificato durante i test di cui ho parlato la scorsa settimana. Per fortuna, sono abituato a festeggiare grandi vittorie insieme a te. Affronterò questa partita con il sorriso sulle labbra, tanto ottimismo e gioia di vivere circondato dall'amore della mia famiglia e dei miei amici».

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pelé (@pele)

 

Ricoverato da 6 giorni

 

Negli ultimi anni Pelé ha subito una serie di interventi chirurgici all'anca, tanto che di recente provava difficoltà a camminare. A febbraio del 2020 l'ex portiere Edinho, figlio di Pelé, aveva ammesso che il padre soffriva di problemi legati alla depressione, camminava male e voleva usciva poco di casa. Dichiarazioni smentite però dal diretto interessato.

Ultimo aggiornamento: 18 Settembre, 07:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA