Napoli-Perugia, doppietta di Insigne e Gattuso vola ai quarti

Martedì 14 Gennaio 2020

Successo di rigore per il Napoli, che piega 2-0 il Perugia con due trasformazioni dal dischetto di Insigne e approda ai quarti di finale di Coppa Italia. Applausi anche per Ospina, che neutralizza il penalty calciato da Iemmello poco prima del riposo, blindando il risultato. Gattuso fa solo tre cambi rispetto all'undici sceso in campo all'Olimpico contro la Lazio. Il pacchetto arretrato è lo stesso di sabato, con Ospina in porta, Hysaj e Rui terzini, Manolas e Di Lorenzo centrali: Luperto è influenzato, indisponibile. A centrocampo spazio per Elmas, che prende il posto di Allan affiancando Fabian e Zielinski: il nuovo acquisto Demme parte dalla panchina. Due le novità in attacco, Llorente e Lozano che completano il tridente con Insigne. Difesa a tre per Cosmi nel giorno dell'atteso ritorno alla guida del Perugia. Davanti a Fulignati ci sono Gyomber, Sgarbi e Falasco, il faro del gioco è Carraro, la coppia d'attacco è composta da Iemmello e Falcinelli. Pronti via e i due attaccanti biancorossi spaventano il Napoli: Falcinelli invita al tiro Iemmello dal limite dell'area, destro a giro fuori di poco. Gli azzurri giocano al piccolo trotto, ma trovano il modo di rendersi pericolosi con continuità. All'11' Fabian ci prova col sinistro da fuori e Fulignati devia in corner. Per due volte Manolas non centra il bersaglio di testa su tiri dalla bandierina cross per Manolas che spedisce fuori di testa, mentre Lozano al 13' si fa ipnotizzare da Fulignati. Il risultato si sblocca al 26'. Scambio in area Llorente-Lozano, Nzita con una spallata stende il messicano e determina il rigore: Insigne spiazza Fulignati. Al 38' Lorenzo concede il bis. Cross in area dalla destra, gomito largo di Iemmello e Massimi, su segnalazione del Var, assegna il penalty che l'attaccante della nazionale trasforma spiazzando il portiere sull'altro lato. Il primo tempo si chiude con un altro rigore, stavolta in favore del Perugia. Su cross di Falcinelli, Hysaj tocca prima col piede in scivolata, poi col braccio. Dopo tre minuti di consulto, Massimi assegna la massima punizione e Ospina neutralizza il tiro di Iemmello, riscattando parzialmente l'errore con la Lazio. Il doppio vantaggio difeso dal proprio portiere consente al Napoli di iniziare la ripresa con maggiore serenità. Cosmi lancia nella mischia Dragomir, Melchiorri e Konate, tra gli azzurri al 20' scocca l'ora di Demme, che rileva Fabian e debutta con la nuova maglia, mettendo ordine alla mediana. Il Perugia prova ad alzare il baricentro e spaventa il Napoli al 26' quando Falcinelli impatta bene di testa sul cross di Rosi, mancando il bersaglio di poco. Gli azzurri si limitano ad amministrare e nel finale Gattuso richiama Lozano e Zielinski per inserire Callejon e Allan. Elmas da fuori impegna Fulignati alla respinta ed è l'unico squillo degli azzurri in tutta la ripresa. Tanto basta, però, per tornare alla vittoria e passare il turno. La Coppa Italia per il Napoli potrebbe rappresentare un obiettivo importante.

LEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 17:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci