Niente rivincita per Gattuso, pari tra il Napoli e il Milan al San Paolo. Ne approfitta la Roma, ora da sola al quinto posto

Domenica 12 Luglio 2020

Napoli e Milan chiudono in parità un match giocato da entrambe per vincere. Finisce 2-2 al San Paolo ed è un risultato che sta più stretto agli azzurri che ai rossoneri, visto il numero di occasioni prodotte. Ne approfitta la Roma, che ora in classifica ha due punti di vantaggio sugli azzurri e quattro sulla squadra di Pioli. Gattuso ripropone Ospina tra i pali, ritrova Koulibaly in difesa e dà fiducia a Lobotka a centrocampo. In attacco Callejon vince il ballottaggio con Politano e si schiera sul settore destro del tridente, completato da Mertens e Insigne. Nel Milan Pioli conferma il 4-2-3-1, con Kessie e Bennacer in mediana e il trio Paquetà-Calhanoglu-Rebic alle spalle dell'unica punta Ibra. L'avvio è tutto di marca azzurra, con due occasionissime nei primi venti minuti. Al 14' Mertens sfonda a sinistra e la piazza sul secondo palo, ma Donnarumma ci arriva. Poco dopo una veloce combinazione sempre sull'out di sinistra tra Rui e Mertens mette Callejon in condizione di sparare a rete da due passi: dritto addosso al portiere. Sul ribaltamento di fronte arriva il gol del Milan. Rebic manda in porta Hernandez che, dimenticato da Callejon, insacca di prepotenza. Il Napoli accusa il colpo, ma al 35' trova il pareggio: punizione di Insigne, pasticcio di Donnarumma che non blocca e Di Lorenzo può appoggiare comodamente in porta il pallone dell'1-1. Stavolta è il Milan a sbandare un po', ma l'estremo difensore rossonero si riscatta dicendo di no al sinistro di Rui, sempre pungente sulla corsia mancina. Dopo l'intervallo Pioli sostituisce Paquetà con Saelemaekers, il Milan prova ad alzare il baricentro. La gara resta vivace e aperta: al destro centrale di Ibrahimovic risponde Callejon col sinistro: alto. Al 15' segna il Napoli. Fabian lancia Callejon, traversone basso per Mertens e sul destro a rete del belga, deviato da Romagnoli, Donnarumma non è ancora esente da colpe. Pioli lancia subito Bonaventura e Leao, escono Calhanoglu e Ibra che non la prende affatto bene. Il centravanti diventa Rebic, mentre nel Napoli dentro Elmas e Demme per Fabian e Lobotka: Gattuso vuole forze fresche nella zona nevralgica. Al 28' però il Milan aggancia il pari al termine di un'azione rocambolesca, che culmina con un contatto in area Maksimovic-Bonaventura. La Penna è sicuro e indica subito il dischetto: Kessie spiazza Ospina. Entrano Milik e Lozano per Mertens e Insigne, poi anche Politano per Callejon. Entrambe le squadre vogliono vincere e si allungano, Saelemaekers rimedia due gialli in un paio di minuti e lascia i suoi in dieci. L'assalto finale del Napoli, però, non produce frutti: finisce 2-2.

LA CRONACA 

Va in scena al San Paolo di domenica sera alle 21.45 il secondo dei due big match di questa 32esima giornata di campionato, la sfida tra Napoli e Milan. I partenopei vengono dall'ennesima vittoria degli ultimi tempi, colta sul campo del Genoa nello scorso turno di campionato, mentre i rossoneri dalla soddisfazione di avere battuto la Juventus dopo tanto tempo grazie alla clamorosa rimonta di martedì scorso nella gara vinta 4-2 dopo essere stati sotto di due gol al cospetto di Ronaldo e compagni.

GUARDA LA CLASSIFICA

LE PROBABILI FORMAZIONI

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne.
MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessié, Bennacer; Paquetà, Rebic, Calhanoglu; Ibrahimovic.

Ultimo aggiornamento: 13 Luglio, 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA