Napoli, la Federico II sul giallo Osimhen: «Non è lui l'atleta che ha portato la variante»

Mercoledì 17 Febbraio 2021 di Pasquale Tina
Napoli, la Federico II sul giallo Osimhen: «Non è lui l'atleta con la variante»

Il giallo è durato qualche ora. La notizia è stata lanciata sul web ed è diventata immediatamente virale: «E’ Victor Osimhen il professionista che ha fatto individuare in Italia la nuova variante del Covid 19, la B.1.525». L’attaccante nigeriano del Napoli è risultato positivo al Coronavirus lo scorso 31 dicembre, di rientro da qualche giorno di vacanza a Lagos con le immagini della sua festa di compleanno che fecero infuriare il club.

Osimhen ballava senza mascherina e non c’era alcun rispetto del distanziamento. Il numero 9 è guarito alla vigilia della sfida del Bentegodi con il Verona, dove poi è anche tornato in campo dopo quasi tre mesi di assenza per un infortunio alla spalla rimediato con la sua nazionale. Il Napoli non ha né confermato, né smentito: il club azzurro era semplicemente all’oscuro di eventuali approfondimenti di ricerca sui tamponi dei suoi tesserati.

E' emerso, però, un certo fastidio da parte della società di De Laurentiis per un'eventuale violazione della privacy. Ci ha pensato allora l’Azienda Ospedaliera universitaria Federico II a fare chiarezza con una nota: «Smentiamo categoricamente che sia il calciatore del Napoli, Victor Osimhen, il professionista proveniente dall’Africa che  avrebbe consentito di isolare  la variante Covid B.1.525 e precisa, inoltre, che non si tratta di nessun altro calciatore della SSC Calcio Napoli. Si sottolinea che tutti i dati sanitari sono sempre rigorosamente trattati nel pieno rispetto della tutela della privacy». L’attaccante azzurro è regolarmente a disposizione di Rino Gattuso e domani sarà titolare nel match di Europa League contro il Granada.

 

Ultimo aggiornamento: 14:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA