«Maradona sepolto senza cuore»: la rivelazione choc che sconvolge l'Argentina

Il giornalista e medico Nelson Castro nel suo libro: «Aveva un corpo privilegiato in termini di resistenza, altre persone sarebbero morte prima. Volevano studiarlo»

Lunedì 22 Novembre 2021
«Maradona sepolto senza cuore»: la rivelazione choc che sconvolge l'Argentina

Diego Armando Maradona è stato sepolto senza cuore? È l'ipotesi del medico e giornalista argentino Nelson Castro che la riporta nel libro "La salute di Diego" grazie alle informazioni mediche a cui ha potuto avere accesso. «Aveva un corpo privilegiato in termini di resistenza, altre persone sarebbero morte prima. Il suo cuore è stato estratto per studiarlo perché era molto importante nel determinare la causa della morte. Ovviamente ora Diego è sepolto senza il cuore - ha detto nel programma tv La Mesa de Juana Viale - Il suo cuore pesava mezzo chilo quando normalmente pesa 300 grammi. Ne aveva uno grande per vari motivi, per esempio a causa del suo scompenso cardiaco e a causa della malattia cardiaca che aveva». Poi spiega il piano per trafugare il cuore del Diez: «C'era un gruppo di ultras del Gimnasia (l'ultima squadra allenata da Maradona, ndr) che progettavano di fare irruzione ed estrarre il cuore. Questo piano non è andato a buon fine perché è stato un atto di enorme audacia, è stato scoperto che stava per accadere. Il suo cuore è stato estratto per studiarlo, perché è stato molto importante nel determinare la causa della morte di Maradona. Ovviamente l'informazione è che è sepolto senza cuore».

Maradona jr contro la maglia del Napoli: «L'immagine di papà senza mio consenso, agirò per vie legali»

Maradona e il caso del cuore estratto

Il medico e giornalista ha aggiunto che «il cuore di Maradona pesava mezzo chilo, era un cuore molto grande. Di solito pesa 300 grammi, lui aveva il cuore di un atleta, che è un cuore grande. Ma era grande anche per qualcos'altro, per l'insufficienza cardiaca che aveva. L'indagine è stato un lavoro di squadra ed è stato molto ampio, molto difficile, dopo essere stato in grado di accedere a tutte le fonti mediche che dovevano vedere Diego. La documentazione c'è e sarà fonte per future biografie». Il 25 novembre sarà passato un anno esatto dalla morte di Maradona, scomparso a 60 anni tradito dal cuore colpito da una lunga convalescenza dopo un'operazione al cervello. Il referto della morte parla di «edema polmonare acuto conseguente a insufficienza cardiaca».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 16:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA