Lazio, Inzaghi: «Luis Alberto ha fatto una cavolata e verrà multato. Luiz Felipe out per Covid»

Venerdì 20 Novembre 2020 di Valerio Cassetta

Vuole riprende il campionato con una vittoria dopo la sosta, Simone Inzaghi. Il tecnico della Lazio, presenta nel centro sportivo di Formello la sfida in trasferta contro il Crotone, in programma domani alle 15 allo stadio Scida. L’allenatore biancoceleste recupera Immobile e Leiva, ma perde Milinkovic e Luiz Felipe, positivi al Covid-19.

Bomber. «Immobile l’ho ritrovato come l’avevo lasciato: con tanta voglia di giocare e di mettersi a disposizione della squadra. Ha lavorato solo un giorno e mezzo, ma è in discrete condizioni. Muriqi l’ho visto solo oggi. Domani deciderò l’undici migliore».

Avversari. «Con Stroppa ci siamo rivisti in un paio di circostanze. Lo rivedo con piacere. E’ stato molto importante per me. Al mio primo anno in Serie A con il Piacenza ho trovato lui in squadra. Mi supportò moltissimo. Mi diede una grandissima mano. Sarà un piacere incontrarlo e gli farò i complimenti per lo scorso anno: insieme al Benevento ha dominato il campionato».

Polemiche. «Penso che per Luis Alberto sotto l’aspetto personale sia stata una settimana difficile per lui. Ha lavorato bene e sono contento. Ha fatto una cavolata e sarà multato. Domani deciderò se giocherà».

Calendario. «Avremo dieci partite da qui fino a Natale tutte impegnative. Stiamo recuperando qualche uomo. Oggi è rientrato Strakosha, che penso non riuscirà a partire per Crotone. Luiz Felipe ha avuto il Covid-19 dopo la partita con la Juventus. Escalante avrà bisogno di tempo. Milinkovic e Lulic non ci saranno».

Sergente. «C’è un po’ di malcontento per la situazione di Milinkovic, ma tanti altri miei colleghi sono nelle stesse mie condizioni. Basta vedere l’Inter, il Cagliari o il Milana che andrà a Napoli senza l’allenatore e il vice. Milinkovic ci mancherà. Sono fiducioso come per Luiz Felipe che è asintomatico».

Risorse. «Caicedo ha lavorato bene. Domani deciderò la formazione che affronterà il Crotone, un avversario scomodo, che gioca bene a calcio e ha una propria identità».

Ripartenza. «Sarebbe fondamentale partite col piede giusto. I nazionali sono rientrati in discrete condizioni. Sappiamo che incontreremo un avversario non semplice».

Ultimo aggiornamento: 14:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA