Per l'Inter stasera antipasto di big-match contro il Napoli

Mercoledì 12 Febbraio 2020 di Salvatore Riggio
Sono passati nove anni dall’ultima finale di Coppa Italia dell’Inter (29 maggio 2011, 3-1 al Palermo). Sulla panchina dei nerazzurri c’era un ex rossonero, Leonardo. Ora c’è un ex bianconero, Antonio Conte, che in questi giorni ha gestito l’entusiasmo per la vittoria in rimonta nel derby con il Milan e dosato le energie per i prossimi impegni: sette le gare ravvicinate tra campionato, coppa ed Europa League. 
DUBBIO LUKAKU 
Ed è per questo che stasera contro il Napoli, nella semifinale di andata (a San Siro sono attese 60mila persone; ritorno al San Paolo il 5 marzo), l’ex ct potrebbe dare un turno di riposo a Lukaku, l’attaccante che dall’alto dei suoi 21 gol stagionali (17 in campionato) si è autoproclamato «il nuovo re in città». In pochissimi mesi il belga ha cancellato Icardi e si sta facendo rimpiangere dai suoi vecchi tifosi, quelli del Manchester United: «I Red Devils si devono prendere a calci da soli», il pensiero più gettonato tra i tabloid britannici analizzando le prestazioni del nerazzurro. 
Dalla panchina scalpita Sanchez, che vorrebbe avere l’occasione di giocare dall’inizio insieme a Lautaro Martinez, out nelle ultime due gare di campionato (Udinese e Milan) per squalifica. L’argentino ha la possibilità di riprendersi sulle spalle la squadra e lo potrà fare grazie all’aiuto di Eriksen, che giocherà al centro della mediana con Vecino e Barella. Inoltre, Conte darà un turno di riposo anche a Young e Candreva: ci saranno Moses e Biraghi. In difesa rientra Bastoni con Skriniar e de Vrij: «Siamo convinti della nostra forza. Ora dobbiamo pensare al Napoli, ma la gara di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio è una di quelle partite che un calciatore vorrebbe sempre giocare», ha detto il difensore olandese. Tra i pali confermato Padelli, nonostante le disattenzioni nel derby. 
CRISI 
Per Rino Gattuso quello di stasera sarà un intreccio suggestivo. Per lui sarà una sorta di derby nel suo vecchio stadio contro la rivale cittadina di sempre. Soltanto un mese fa, i partenopei hanno perso in campionato 1-3 al San Paolo contro l’Inter. Per rifarsi di quella sconfitta e cercare di ipotecare la finale di Roma (contro la vincente della doppia sfida tra Milan e Juventus, in campo domani), il tecnico dei partenopei è orientato a puntare su Manolas in difesa e Mertens in attacco (out Milik, al quale è stata inflitta dal giudice sportivo un’ammenda di 2.000 euro per simulazione nel match con il Lecce). Inoltre, Gattuso si aggrappa al passato. Da allenatore del Milan ha già eliminato l’Inter in Coppa Italia: nei quarti di finale del 27 dicembre 2018 (1-0, rete di Cutrone ai supplementari).  Ultimo aggiornamento: 14:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA