Il Cagliari di Nainggolan ferma l'Inter al terzo 1-1 di fila. Lautaro espulso, nerazzurri furiosi con Manganiello

Domenica 26 Gennaio 2020

L’Inter non riesce più a vincere. Dopo i pari contro Atalanta e Lecce, i nerazzurri non vanno oltre all’1-1 contro il Cagliari. La vetta ora rischia di allontanarsi, con la Juventus che potrebbe andare in fuga. A giocare un brutto scherzo al club di Viale Liberazione, è proprio Nainggolan, l’uomo (assieme a Icardi) messo ai margini del progetto appena sbarcato alla Pinetina. Il belga segna nella ripresa rispondendo al colpo di testa di Lautaro Martinez e non esulta per rispetto dei suoi vecchi tifosi. L’Inter gioca una gara intensa, a ritmi elevanti, ma ha la grande pecca di non riuscire a chiudere il match. Inizia bene con il colpo di testa di Barella, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Poi sale in cattedra Young, che con il suo cross perfetto regala la palla del vantaggio a Lautaro Martinez. I sardi reagiscono con Faragò, ma è Handanovic a salvare i nerazzurri. Nella ripresa Sensi va spesso al tiro, ma non trova il raddoppio. Così è il Cagliari a gelare San Siro con Nainggolan. L’Inter perde ancora una volta l’occasione di avvicinarsi alla Juventus, ma perde anche la testa per le proteste impetuose di Lautaro Martinez  che gli vale l’espulsione. Alla triplice fischio finale, San Siro fischia l’arbitro Manganiello. Sarà compito di Conte tranquillizzare gli animi.

LEGGI LA CRONACA

LA CLASSIFICA

 

Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio, 23:48


© RIPRODUZIONE RISERVATA