Superlega, Gravina (Figc): «Con Agnelli ci sono i presupposti per il dialogo»

Martedì 11 Maggio 2021 di Alberto Mauro
Superlega, Gravina (Figc): «Con Agnelli ci sono i presupposti per il dialogo»

TORINO - Gabriele Gravina aspetta il passo indietro della Juve in Superlega, e dopo aver minacciato l’esclusione dei bianconeri dal prossimo campionato in caso di mancato dietrofront, è pronto al dialogo. “Nessuna chiusura nei confronti della Juventus, siamo aperti al dialogo e al confronto, credo sia doveroso accorciare le distanze e trovare un punto di equilibrio e mediazione tra le parti, che ritengo vicino e probabile.

Il calcio italiano e internazionale non può fare a meno della Juventus ma la nostra scelta non può basarsi sulle dimensioni economiche o legate al bacino dei tifosi. Noi ci dobbiamo basare sulle regole che governano il nostro sistema. Sono convinto che la Juventus in maniera molto responsabile e per rispetto ai suoi tifosi dovrà fare una scelta di rispetto di queste regole, che sono note a tutti ma non da oggi. Ed esistono da diverso tempo. Non si può partecipare a un campionato se non si accettano le regole. L'auspicio è che il campionato italiano recuperi la serenità, con la Juventus che è una realtà importante.

Superlega, l'ira di Juve, Real e Barça: «Intollerabili le minacce dell'Uefa»

Ho avuto un contatto con Agnelli mi sembra che ci siano i presupposti per un avvicinamento di posizioni che in questo momento sono distanti. Io ho il dovere di difendere non le società ma le singole competizioni. Le regole prescindono dalle direzioni economiche legate alle tifoserie non c’è un’esclusione ma è una scelta dei singoli soggetti. Mancini? Manca qualche piccolo dettaglio per rinnovo, ci vedremo prestissimo, prima della partenza per ritiro mi auguro di annunciare la continuità di questo straordinario lavoro che sta facendo per l’azzurro e per i giovani”.

 

Ultimo aggiornamento: 18:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA