Genoa-Roma, le pagelle: Felix (8) è la star della serata, Abraham (5) non convince. Sheva (6) non incide

Domenica 21 Novembre 2021 di Ugo Trani
Genoa-Roma, le pagelle. Felix (8) è la star della serata, Abraham (5) non convince. Sheva (6) non incide

PAGELLE GENOA

SIRIGU 6
Si arrende solo alle giocate di Felix. Gol che proprio non può evitare. Impreparato.

BIRASCHI 6
Aspetta Abraham che spesso lo porta fuori posizione. Combatte e tiene. Reattivo    

MASIELLO 5,5
Va sul concreto, prima di crollare davanti a Feliz. Non fa muro. Disorientato.

VASQUEZ 5
Si perde spesso Shomurodov. Fatica in marcatura e in impostazione. Distratto.

SABELLI 5,5
Attacca dal lato di El Shaarawy, a volte però scopre la sua fascia. Altalenante.

STURARO 5,5
Soffre Mikhitaryan che non gli dà punti di riferimento. In acrobazia ha la palla per il vantaggio. Va in apnea ed esce nel finale. Sfasato

ROVELLA 6,5
Abbassa il ritmo per interrompere il possesso palla giallorosso. Resiste più dei compagni. Ha idee. Pratico

BADELJ 5,5
Scompare nella ripresa. Confuso.

CAMBIASO 6
Va all’assalto e limita Karsdorp, costretto a fare il terzino. Spigliato.

PANDEV 5
Difende palla, ma non entra in partita. Lento.

EKUBAN 5
Ci prova da centravanti: conclusione sporcata da Kumbulla e quindi facile per Rui Patricio. Esce prewsto di scena. Disordinato.

HERNANI 5,5
Fa il trequartista al posto di Pandev. Smarrito.

SHEVCHENKO 6
Si copre, al debutto, piazzando Sabelli e Cambiaso, cioè due terzini, sui lati. Davanti ottiene poco da Pandev ed Ekuban. Realista.

 

 

 

PAGELLE ROMA

RUI PATRICIO 6,5
Prende la pioggia e l’umidità di Marassi prima di salvare su Sturaro che piomba all’improvviso davanti a lui. Decisivo.

MANCINI 6
Ekuban non lo spaventa. Partecipa al palleggio giallorosso, ma davanti i suoi compagni non si accendono. Orgoglioso.

KUMBULLA 6
Chiusura decisiva su Ekuban. Quando c’è da far girare il pallone, si fa trovare pronto, Si fa male nel finale. Concentrato.

IBANEZ 6,5
Spesso sceglie l’anticipo e fa bene. Resta attento, non spreca mai un passaggio. Puntuale nei contrasti. Facile poi la notte contro Pandev. Tosto.

KARSDORP 6
Preoccupato dall’intraprendenza di Cambiaso, rinuncia ad attaccare fino all’intervallo per evitare di concedere campo a chi lo sfida sulla fascia. Meglio nella ripresa quando ricomincia a spingere. E la Roma cresce proprio quando comincia ad avanzare. Timido.

PELLEGRINI 6
Doppio ruolo, quasi un ritorno al passato. Mezzala che ricama e al tempo stesso difende. Non è al top, ma partecipa con continuità. Disponibile.

VERETOUT 6
Senza Cristante, gli tocca fare il play, posizione per lui insolita. Con semplicità e pulizia detta i tempi, anche partendo dal basso. Ammonito, salterà il Torino. Lucido.

MKHITARYAN 7
Ritrova il posto e si merita lo spazio ricevuto da Mourinho. Esulta a vuoto ad inizio partita. Il possibile vantaggio è annullato da Irrati per il tocco di mano di Abraham. Si sacrifica sul centro sinistra, coprendo su Sturaro. Cerca ancora il gol, senza però inquadrare la porta. È con Shomurodov il più pericoloso. Suo l’assit per Felix e per il successo. Avrebbe meritato il gol. Geniale.

EL SHAARAWY 6,5
Spinge e rientra, proprio come gli chiede Mourinho. Conquista palla e riparte. Così offre, volando a sinistra, la palla gol migliore del primo tempo, sprecata però da Shomurodov. Non si placa nemmeno nella ripresa. Prezioso.

SHOMURODOV 5,5
L’ex fa subito la voce grossa in area del Genoa. Colpo di testa alto e tiro fiacco. Sbaglia però la terza chance, la più facile. Destro nella curva genoana, anche se calcia senza la scarpa. Ci prova pure nella ripresa, prima di lasciare il posto a Felix. Chissà, forse non ha voluto infierire sulla sua ex squadra. Sciatto

SMALLING N.G.
Assente dal 3 ottobre, riappare sotto il diluvio al posto di Kumbulla. La sua presenza tranquillizza Mourinho. Utile.

BOVE NG
Nel finale per Pellegrini e per abbracciare Felix. Pronto

MOURINHO 7,5
Capisce il momento e si adegua proprio con la formazione di partenza. Si specchia nel sistema di gioco del collega Shevchenko e parte con il 3-5-2. Formula nuova che gli fa ritrovale l’equilibrio e la solidità. Sa, però, quando e come intervenire. Inventa la mossa che cambia il match, dando spazio a Felix, proprio come fece per vincere a Cagliari, ultimo successo giallorosso. La sostituzione vale l'applauso della platea. Pensata per la vittoria. Creativo

Il migliore - FELIX 8
Entra per Shomurodov e al primo tentativo, sette minuti dopo l’ingresso in campo, lascia il segno per la vittoria. Prima rete in A. Bellissima. Ancora meglio quella nel recupero con destro a giro. Strepitoso.

Il peggiore - ABRAHAM 5
Sporca di mano la conclusione di Mkhitaryan. Si muove solo per far spazio a chi arriva da dietro. Scompare, però, dall’area. Ha voglia, ma non è mai efficace. Chiude la gara senza calciare mai in porta. Macchinoso.

Ultimo aggiornamento: 22 Novembre, 00:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA