Roma, Friedkin: «Non vediamo l'ora di iniziare, città e club sono iconici». Pallotta: «Sarà un grande proprietario». La Borsa vola

Giovedì 6 Agosto 2020
Roma, Friedkin: «Non vediamo l'ora di iniziare, città e club sono iconici»

Un passaggio completo di tutte le azioni in mano a Pallotta, da perfezionare entro il 17 agosto, per un prezzo complessivo di 591 milioni di euro debiti compresi: questi, a quanto emerge dal comunicato della Roma, i termini dell'accordo sottoscritto nella notte per il passaggio della Roma da Pallotta a Friedkin.

Roma, il comunicato ufficiale del club: il gruppo passa a Friedkin, accordo da 591 milioni

«Noi tutti al Friedkin Group siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l'ora di chiudere l'acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell'AS Roma». Così Dan Friedkin, chairman e Ceo del Gruppo Friedkin, in una nota diffusa sul sito del club giallorosso.

«Sono certo che i Friedkin saranno dei grandi futuri proprietari per l'As Roma». Dopo l'annuncio alla Consob dell'accordo vincolante sottoscritto per la cessione del pacchetto di controllo della Roma, James Pallotta commenta così sul sito del club la firme arrivate nella notte in America. «Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Gruppo Friedkin per la vendita dell'As Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l'As Roma».

I titoli della Roma fanno un balzo in apertura di scambi in Borsa dopo l'annuncio della cessione della società a The Friedkin Group per 591 milioni di euro (0,1165 euro per azione). Il titolo segna un rialzo del 4,49% a 0,58 euro.

Il profilo del nuovo proprietario. Friedkin è il re della Toyota negli Stati Uniti e grande appassionato di cinema e sport: indicato dalla rivista Forbes come 504° uomo più ricco al mondo (patrimonio personale stimato in 4,2 miliardi di dollari), è a capo del consorzio privato di imprese e investimenti The Friedkin Group, nato nel 1969 da un'idea di Thomas, padre del sopracitato Dan. Dopo la morte del padre Thomas, Dan è a capo della holding di famiglia che gestisce 12 società, a partire dalla partnership con la Toyota per vendere negli Stati Uniti i propri prodotti: esclusiva in 5 stati con ben 154 rivenditori. Negli ultimi anni l'impresa è cresciuta in modo costante, allargando i propri investimenti a resort di lusso, intrattenimento, eventi di golf e safari in Africa. Sposato e padre di quattro figli, ha una licenza di pilota d'aereo che gli ha assegnato il raro privilegio, comune solo ad altri nove piloti civili, di prendere parte alla formazione dei voli acrobatici dell'Air Force. Il magnate americano è proprietario di tanti resort di lusso e organizza eventi di golf e safari. Si è laureato alla prestigiosa Georgetown University di Washington, e ha conseguito un master presso la Rice University. Si è occupato anche di cinema come produttore esecutivo di 'The Squarè, vincitore della Palma d'Oro a Cannes nel 2017, il film su Paul Getty e 'The Mulè di Clint Eastwood. Anche le ambizioni di manager di una squadra sportiva non sono inedite per Friedkin, visto che due anni fa ha tentato l'acquisto della squadra di basket Nba degli Houston Rockets.

Ultimo aggiornamento: 12:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA