Inter, Eriksen torna ad allenarsi sul campo dell'Odense: 173 giorni fa rischiò la vita

Giovedì 2 Dicembre 2021 di Salvatore Riggio
Inter, Eriksen torna ad allenarsi sul campo dell'Odense: 173 giorni fa rischiò la vita

Christian Eriksen torna su un campo di calcio. Corsetta e calci a un pallone, insieme a un personal trainer. Lo fa a 173 giorni dal quel terribile 12 giugno nel quale crollò a terra all’improvviso, durante Danimarca-Finlandia degli Europei. Quel giorno il centrocampista, di proprietà dell'Inter, rischiò la vita. Fu salvato dal tempestivo intervento di Simon Kjaer, difensore del Milan e capitano della Danimarca, e dello staff sanitario della sua Nazionale.

Così ora, quasi sei mesi dop il 29enne, si è allenato con l’Odense Boldklub, prima divisione danese, squadra nella quale giocò prima di passare all’Ajax nel 2009. «Siamo davvero felici che Eriksen si mantenga in forma in questo momento sui nostri campi. Si sta allenando da solo. Siamo rimasti in contatto con lui dai tempi in cui è cresciuto qui e quindi siamo felici che ci abbia chiesto se poteva allenarsi per tornare in forma», le parole di Michael Hemmingsen, direttore sportivo dell’Odense che ha messo a disposizione del nerazzurro il campo di allenamento più nascosto ad Adalen. Nelle vicinanze il nerazzurro ha una villa. Ha svolto un allenamento cardio-vascolare e si è esercitato con dei tiri in porta.

 

Dani Alves: «Il Pallone d'Oro lo darei a Eriksen»

 

Eriksen, le possibilità che possa tornare a giocare

Ed è per tutti una bellissima notizia: il 12 giugno a Copenaghen si temette il peggio. Nessuno ha mai dimenticato le immagini di Eriksen a terra circondato dai suoi compagni di squadra in lacrime. Successivamente a Eriksen fu impiantato un defibrillatore e per questo, secondo le norme federali, non può giocare in Italia. Ma forse oggi ci sono grandi speranze che possa tornare al calcio giocato. Come in Inghilterra, Danimarca oppure Olanda: in questi paesi le norme sono differenti rispetto alle nostre.

Ultimo aggiornamento: 16:43