Lazio-Juventus 0-2, decisivo Bonucci con una doppietta (su rigore). I bianconeri battono Sarri e raggiungono i biancocelesti in classifica

Sarri sfida Allegri e la sua ex per restare davanti in classifica

Sabato 20 Novembre 2021
Diretta Lazio-Juventus dalle 18: probabili formazioni e dove vederla
1

Per la Lazio non c'è nulla... Di Bello. Sarri è furioso sino alla fine per quell'episodio chiave al 23'. Quando il fischietto di Brindisi viene richiamato al Var per un intervento di Cataldi su Morata con più di qualche minuto di ritardo. Il replay mostra l'ingenuità del regista romano, anche se lo spagnolo – appena sfiorato – sviene al suolo. Non sbaglia, Bonucci dal dischetto. Davvero un peccato, perché la squadra di Sarri inizia il match col piglio giusto e, invece, da quel momento si lascia prendere dal nervosismo. Pedro falso nueve è troppo isolato, Felipe pressa e lotta ma è impreciso, Zaccagni anonimo. Milinkovic ci prova su punizione e dalla distanza, ma non impensierisce davvero nessuno. E allora la Juve aspetta per un tempo, si limita a qualche contropiede e a una semirovesciata di Morata in Curva Nord. 

DISASTRO. Nella ripresa i bianconeri partono con un'altra marcia: Kulusevski prima, Bonucci poi, impensieriscono Reina. Poi il big match torna una gara ad alta sonnolenza. Pure Luis Alberto si addormenta nell'unica occasione ghiotta al limite dell'area. Felipe si posiziona centravanti al posto di Pedro fin quando Sarri non lancia Muriqi nella mischia. Il kosovaro non sposta nulla. Anzi, solo l'aria, quando Milinkovic fa una torre splendida e Vedat la buca di testa. Poi si lascia anticipare da De Ligt e lì si avvia il contropiede di Chiesa con la follia di Reina. Il portiere viene saltato e per recuperare lo atterra. Di Bello fischia il rigore senza dubbi stavolta, Bonucci trasforma dal dischetto la doppietta. Sarri si accomoda, mogio mogio in panchina. Senza Immobile la Lazio non vince da 32 mesi, confermata la  Ciro-dipendenza. Non più invece quest'anno l'imbattibilità casalinga, oltretutto con l'aggancio della Juve vittoriosa all'Olimpico al quinto posto in classifica.

 

 

Lazio-Juventus, la cronaca della partita

SECONDO TEMPO

95' - Triplice fischio: basta Bonucci alla Juventus. I bianconeri battono la Lazio con la doppietta del difensore su rigore

92' - Fallo di Milinkovic-Savic su McKennie. Allegri e Sarri, molto nervosi, vengono ammoniti

90' - Di Bello assegna quattro minuti di recupero

89' - Allegri sostituisce Locatelli con Bentancur

88' - Kean scatenato, va via e punta l'area di rigore avversaria. Il tiro, però, è centrale e Reina riesce a respingerlo

86' - Ci prova ancora Kean in contropiede: Reina neutralizza il tiro dell'attaccante

84' - Entra Basic al posto di Cataldi

82' - Bonucci non sbaglia dal dischetto e firma lo 0-2 per i bianconeri. Luis Alberto ammonito per proteste, prima della realizzazione del difensore

81' -  Reina stende Chiesa, lanciato verso la porta: calcio di rigore per i bianconeri. Il portiere viene ammonito

79' - Grande occasione per la Lazio. Sponda di Milinkovic-Savic, Muriqi non arriva a concretizzare per i biancocelesti

76' - Subito attivo Kean con un paio di conclusione che, però, non colpiscono la porta

74' -  Allegri sostituisce Morata con Kean. Fuori anche Felipe Anderson, dentro Raul Moro. L'esterno d'attacco della Lazio ha accusato un problema al polpaccio

72' - Tanti errori da una parte e dall'altra. L'imbucata di Felipe Anderson viene intercettata, stessa sorte per Chiesa sul ribaltamento di fronte

66' - Reina anticipa Morata e sventa l'occasione per la Juventus

65' - Primo cambio per Sarri: dentro Muriqi al posto di Zaccagni

59' - Luis Alberto spreca una buona occasione per la Lazio. Lo spagnolo non riesce a concretizzare dal limite dell'area e tenta una conclusione murata da un avversario

50' - Ancora Kulusevski protagonista! Dopo un grande strappo di Chiesa a centrocampo, l'ex Atalanta perde un tempo di gioco e permette alla Lazio di recuperare e chiuderlo

48' - Kulusevski sfonda dal lato destro dell'area di rigore, Reina respinge con le gambe in calcio d'angolo

46' - Inizia il secondo tempo della partita tra Lazio e Juventus. Fino ad ora, ai bianconeri basta il rigore segnato da Bonucci

 

 

 

PRIMO TEMPO

49' - Termina il primo tempo con il punteggio di 0-1. Decisivo il rigore realizzato da Bonucci

45' - Di Bello assegna 4' di recupero

44' - Juventus ancora pericolosa, stavolta con Kulusevski. Il tiro dell'ex Atalanta è bloccato da un difensore

43' - Fallo di Hysaj a centrocampo: l'arbitro lo punisce con il cartellino giallo

40' - La Juventus va vicina al raddoppio. Cuadrado sfonda a destra e serve Morata, tutto solo in area, con una palla morbida. Lo spagnolo colpisce in sforbiciata, ma la palla termina alta sopra la traversa

35' - Lazio in pressing. Tiro di Milinkovic-Savic dalla distanza proibitiva, Szczesny para senza troppi patemi

33' - La Lazio reagisce: Felipe Anderson conquista una punizione da buona posizione, ma il tiro di Milinkovic-Savic viene deviato dalla barriera in calcio d'angolo

28' - Giallo per Cuadrado per un fallo su Hysaj

24' - Bonucci non sbaglia dagli undici metri e firma il vantaggio della Juventus: 0-1 per i bianconeri

22' - Di Bello assegna il rigore alla Juventus dopo il fallo di Cataldi su Morata

20' - Spinge la Juventus: Chiesa tenta il cross dalla sinistra, chiusura in calcio d'angolo. L'arbitro va al Var per verificare un intervento di Cataldi su Morata

14' - Danilo costretto a uscire in barella dopo un contrasto. Al suo posto, Allegri sceglie Kulusevski

8' - Ottima azione della Lazio che imposta bene e sfonda sulla destra. Nessuno, però, riesce a deviare il cross pericoloso di Lazzari

1' - Dopo il messaggio di Papa Francesco, comincia la sfida tra Lazio e Juventus della tredicesima giornata di Serie A

 

L'omaggio della Lazio e dei tifosi a Immobile per i 160 gol con la maglia biancoceleste

 

Lazio-Juventus, le formazioni ufficiali

LAZIO (4-3-3): Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Pedro, Zaccagni. All. Sarri

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Pellegrini; Cuadrado, McKennie, Locatelli, Rabiot; Chiesa, Morata. All. Allegri

 

Ultimo aggiornamento: 20:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA