Croazia, un super Livakovic para tre rigori al Giappone: Modric e compagni volano ai quarti di finale

1-1 al termine dei tempi regolamentari con le reti di Maeda e Perisic. Ora i croati affronteranno la vincente di Brasile-Corea del Sud

Lunedì 5 Dicembre 2022
Croazia, un super Livakovic para tre rigori al Giappone. Modric e compagni sono ai quarti di finale

Con tre parate di Dominik Livaković ai calci di rigore, la Croazia elimina il Giappone e arriva ai quarti di finale del Mondiale per la seconda volta consecutiva. Un gol per tempo, con i nipponici che si mettono in mostra solo nei primi 45 minuti e che con esperienza si trascinano ai tiri dal dischetto. 

I croati partono forte con Perisic, bravo ad approfittare di un errore in marcatura di Tomiyasu sulla fascia sinistra, la conclusione, in area, da posizione defilata viene respinta da Gonda. Il Giappone non fatica ad entrare in partita e conquista campo a testa alta, creando insidie grazie ai cross di Ito. Livakovic non può permettersi distrazioni ma rischia al 12', quando Maeda non arriva su un passaggio rasoterra indirizzato sul secondo palo. La gara è equilibrata e l'occasione più ghiotta capita a Petkovic, che premiato da Gvardiol poco prima della mezz'ora, si ritrova in area di rigore, perdendo però il tempo al momento del tiro e favorendo il recupero di Tomiyasu. Il finale di frazione è un crescendo giapponese. Kamada - da posizione defilata - spara alto al limite dell'area piccola, poi al 44' il vantaggio di Maeda: sugli sviluppi di calcio d'angolo cross al centro e sponda di Yoshida per l'attaccante del Celtic, girata fulminea e palla in rete. 

Al rientro dagli spogliatoi è ripresa Croata. Pareggio al 55' ad opera di Perisic: cross dalla trequarti di Lovren con l'esterno del Tottenham che svetta più in alto di tutti in anticipo su Ito. Il colpo di testa è potente e dritto verso la porta di Gonda. Il Giappone finisce per schiacciarsi ma il raddoppio non arriva, né con un notevole tiro di Modric da fuori area, che impegna il portiere avversario in un tuffo, né col solito sinistro di Perisic. Tanto palleggio in attesa del varco giusto ma poche occasioni. I nipponici sono rintanati ma fatta eccezione per una debole spizzata di Pasalic, non succede nulla e si va ai supplementari dove a prevalere è il timore e si registra solo un brivido per parte. Il primo è al 104', conclusione di Mitoma dopo un contropiede personale, respinta da Livakovic. Il secondo precede il fischio finale con un tiro di Majer dal limite che si spegne sul fondo. Si va ai rigori. 

Minamino si fa parare il primo tiro dal dischetto, Vlasic realizza, poi ancora una parata di Livakovic su Mitoma, Brozovic realizza il terzo, Asano non sbaglia al contrario di Livaja che prende il palo. Il Giappone fallisce anche il quarto con Yoshida. Pasalic chiude i conti con l'1-3 finale. La Croazia vola ai quarti dove affronterà la vincente di Brasile-Corea del Sud. 

Ultimo aggiornamento: 19:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci