Coronavirus, Inter-Ludogorets si gioca, tra le ipotesi c'è anche il campo neutro

Domenica 23 Febbraio 2020
Inter-Ludogorets comunque si giocherà, probabilmente lontano da Milano, in un campo neutro e con limitazioni per i tifosi - se dovessero essere confermati i provvedimenti restrittivi a causa dell'emergenza Coronavirus in Lombardia - oppure a San Siro ma inderogabilmente a porte chiuse. Tra poche ore, dopo continui contatti tra club e Uefa, sarà annunciata la decisione ufficiale. Impossibile ipotizzare un rinvio del match di Europa League, anche perché il calendario della squadra nerazzurra è congestionato di partite tra Campionato, Coppa Italia e, appunto, Europa. Il Ludogorets ha sollecitato dei chiarimenti alla Uefa e all'Inter, allarmato dagli episodi di contagio in Lombardia. A Milano sono attesi 600 tifosi bulgari. «Molti di loro - spiega il Ludogorets con una nota sul proprio sito - hanno già acquistato i biglietti aerei e ci sono viaggi organizzati in autobus dalla Bulgaria all'Italia. Il Ludogorets si aspetta una dichiarazione ufficiale e una rapida spiegazione dall'Inter sulla situazione in città». Sono ore di contatti febbrili tra autorità, dirigenti e Uefa. Una corsa contro il tempo anche per mettere a punto la macchina organizzativa della partita, con un'ipotesi che si fa sempre più concreta: l'Inter giocherà lontano da San Siro e senza il suo dodicesimo uomo: i tifosi nerazzurri. Ultimo aggiornamento: 21:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA