Juventus, Sarri: «La gara con l'Atletico può indirizzare il girone. Il calcio italiano non è favorito»

Tuesday 17 September 2019 di Alberto Mauro
Sarri: «La gara con l'Atletico può indirizzare il girone. Il calcio italiano non è favorito»
Maurizio Sarri si presenta nella conferenza stampa di vigilia in giacca, cravatta e pochi dubbi di formazione «L’abbiamo preparata come dovevamo, lavoro più intenso per chi ha giocato meno e un po’ di scarico invece per i titolari contro la Fiorentina. Quella di domani è una partita complicata in uno stadio difficile, che può già indirizzare il girone. E’ un avversario forte, cresciuto in palleggio rispetto al passato e migliorato in qualità tecnica a centrocampo. L’Atletico ha il carattere di Simeone ed è una squadra in evoluzione tattica e tecnica». Out De Sciglio, Chiellini, Douglas Costa e i fuori lista Emre Can e Mandzukic, Pjanic invece è pronto. «Pjanic a disposizione, domani decideremo se giocherà dall’inizio o meno, non ha nessun problema muscolare quindi è disponibile. Cambi? La mia sensazione è che la squadra non sia pronta a sostenere una rotazione completa, i giocatori vanno messi in condizione di fare bene».

«Siamo la Juventus, ogni volta che andiamo in campo l'obiettivo è vincere. Ma sappiamo che in certe competizioni vale per dieci-dodici squadre, che sono attrezzate come noi. In questo momento storico il calcio italiano non può essere indicato come favorito. Affrontiamo queste partite con determinazione ma anche con leggerezza, perché in campo bisogna tornare a divertirsi senza essere assillati». Così Maurizio Sarri, nel corso della conferenza stampa di vigilia di Atletico Madrid-Juventus.

«Le parole di Conte? Credo gli sia stato riferito qualcosa di errato». Maurizio Sarri smorza le polemiche con il tecnico dell'Inter. «Ho fatto un commento sulla differenza di gioco tra la partita col Napoli e quella con la Fiorentina - spiega l'allenatore bianconero -. Ho spiegato che con gli azzurri avevamo giocato alle 21, contro la Viola alle 15. Però mi riferivo a due partite nostre. Se Antonio ha risposto così è perché gli è stato riportato il pensiero in modo inesatto».
Ultimo aggiornamento: 20:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA