Cassano risponde a Mourinho: «Livaja? Ecco cosa è successo davvero». Poi lo insulta: «Fai giocare di m***a le tue squadre»

L'ex calciatore ha risposto al tecnico portoghese dopo le frasi del post Torino-Roma

Lunedì 10 Aprile 2023
Cassano, ecco la risposta a Mourinho sul caso Livaja: «Ecco cosa è successo davvero». Poi insulta lo Special One

Antonio Cassano risponde a José Mourinho. Archiviata la Pasqua, il barese si è affidato a Instagram per replicare alle parole dello Special One pronunciate in conferenza stampa al termine della sfida vinta contro il Torino. Il tecnico portoghese «Lui si diverte con le critiche, ma non mi interessa - la replica del portoghese - anche perché tutti voi sapete ciò che ho vinto, mentre lui a Madrid è ricordato solo per la giacca nel momento della presentazione e all'Inter non ha trionfato nemmeno la coppa di Lombardia. Sapete invece cosa ho vinto con Inter, Real Madrid e Roma. Lui avrà un problema con me, io non con lui. Gli dico solo una cosa: attento Antonio, hai 40 anni e io 60, ma a volte arrivano i Marko Livaja e dopo è dura, sono dolori...Eh, attento ai Livaja Antonio...».

Cassano, ecco la risposta a Mourinho

«Cari follower, domani sera sarò alla Bobo tv e dirò tutto lì.

Però voglio anticipare una roba che tanti mi stanno scrivendo. Mi stanno dicendo che qualcuno sta scrivendo cagate su quello che ha detto Mourinho, che poi arrivano i Livaja della situazione e che poi diventa dura. Nella mia vita non è mai stato duro niente», ha detto Antonio Cassano parlando ai suoi follower su Intagram. «Anzi. È vero, il vero momento duro l'ho vissuto da 0 a 18 anni, perché dove vivo o hai il risveglio furbo e sei figlia di una buona donna, oppure non andava avanti. Quello erano i momenti più difficili», ha aggiunto.

Il caso Livaja

«È Livaja - spiega il barese - ho litigato con lui, ci siamo detti delle parole di tutto e di più. Io a lui e lui a me. Dopo due giorni, amici come prima, si è andata avanti. Mia madre mi ha insegnato caro Mourinho, te lo dico a te e a tutti quelli che scrivono cagate di non aver mai paura di niente di nessuno. E affrontare tutto e tutti, capisci? Io non ho paura. Se devo litigare con qualcuno dalle mani, però non l'ho mai fatto in 18 anni di carriera. Poi nella mia vita privata quello è altro, ho litigato con 30.000 persone. Visto che qualcuno ti ha fatto da spia, puoi dire alla spia che noi abbiamo litigato e ci sono state venti persone che si sono messe in mezzo, non siamo andati allo scontro fisico. Ok, non ho mai preso niente, visto che qualcuno si diverte per poi passare per quello che ha saputo, che sa, eccetera eccetera. Digli a quel coniglietto che ti racconta le cagate che sono cagate. Altra figura di m***a oltre a come fai giocare le tue squadre. Però poi questo è una questione secondaria. Andremo al lavoro a sviluppare e soprattutto a dire altre robe. Capitolo della mia vita, caro Mourinho, non ne ho mai prese da nessuno. Mai. Sono stato fortunato, probabilmente però non ho mai avuto paura di niente di nessuno. Ok, lo dico a te e ai naviganti. Ciao Mourinho», ha concluso Cassano. 

 

Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 09:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci