Calcioscommesse, reato prescritto per Signori: «Mi hanno rovinato la vita»

Martedì 15 Dicembre 2020
beppe signori calcioscommesse
1

Beppe Signori può tornare a sorridere. A nove anni dallo scandalo calcioscommesse, il tribunale di Cremona stamattina ha scritto la parola fine al processo nei confronti suoi e degli altri quattro imputati. I giudici hanno dichiarato prescritto il reato, chiudendo il procedimento. Oltre all'ex attaccante di Foggia, Lazio, Bologna e della Nazionale, erano imputati anche l'ex calciatore serbo Almir Gegic, l'ex portiere della Cremonese Marco Paoloni, l'ex capitano del Bari Antonio Bellavista e il corriere Valerio Giosafatte.

Calcioscommesse, Signori in tribunale a Cremona: «Usato come capro espiatorio»

«Mi piaceva scommettere ma l'ho sempre fatto in modo leale e non ho mai truccato alcuna partita - ha detto stamattina in tribunale Signori, unico a presentarsi -. Mi hanno rovinato la vita solo perchè il mio nome garantiva interesse mediatico».

Il caso calcioscommesse si è concluso presso il tribunale di Bologna nel luglio del 2019 per 26 imputati su 31 con la sentenza di non dover procedere. Il procedimento è tornato a Cremona dove stamattina è arrivata la sentenza sugli ultimi cinque imputati.

Ultimo aggiornamento: 17:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA