Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Calciomercato Roma, per Wijnaldum è questione di ore. E Bailly è più vicino

Shomurodov in uscita, come vice-Abraham idea Belotti

Venerdì 29 Luglio 2022 di Gianluca Lengua
Calciomercato Roma, per Wijnaldum è questione di ore. E Bailly è più vicino

Il mercato della Roma corre. Dopo l'arrivo di Dybala ogni sogno è lecito e il tassello Georginio Wijnaldum rappresenta un passo in avanti decisivo per la lotta allo scudetto. Il centrocampista del Psg potrebbe trasferirsi nella Capitale già nelle prossime ore perché la trattativa è vicinissima alla chiusura. A ritardarla anche un bonus di circa 3 milioni presente sul contratto del calciatore, che dovrebbe incassare il 31 luglio. Mourinho e la squadra lo aspettano, nello spogliatoio è dato come un acquisto fatto anche se restano da limare alcuni dettagli. Il via libera alla cessione c'è, ma il problema è l'ingaggio di 7 milioni più bonus che la Roma non vuole pagare per intero. La richiesta di Pinto è di corrispondere la metà strappando un prestito. Intanto, i giallorossi hanno incassato l'ok di Georginio che attraverso i social sta pressando le società per trovare al più presto un accordo. Segnali che certificano la sua volontà di cambiare aria.

La stessa che ha Bailly ormai sceso nelle gerarchie di ten Hag dopo l'acquisto di Lisandro Martinez. La Roma, con l'aiuto di Mourinho, sta cercando di chiudere anche questa trattativa sulla base del prestito con partecipazione sullo stipendio, forte anche in questo caso del gradimento del difensore. Chi, invece, preferirebbe volare lontano dalla Capitale è Veretout fuori dalla lista dei convocati per l'amichevole con il Tottenham. Jordan ha accusato un fastidio all'adduttore sinistro che verrà valutato nelle prossime settimane, ma il suo destino è strettamente legato a quello di Wijnaldum. Mourinho è stato chiaro: non intende perdere un centrocampista, senza che ne arrivi un altro che lo rimpiazzi. Sul francese c'è il Marsiglia con cui Pinto ha un ottimo rapporto dopo le cessioni di Under e Pau Lopez. La formula su cui stanno spingendo dalla Roma è quella della cessione titolo definitivo a 12 milioni.

Roma, dai nuovi innesti ai gol di Abraham e Dybala: ecco cosa manca per fare il definitivo salto di qualità

ESUBERI IN USCITA

La stessa che è stata imposta al Celta Vigo per assicurarsi Carles Perez. L'attaccante - non è partito per Israele per un fastidio al quadricipite sinistro - vuole fortemente il club spagnolo che ad ora ha offerto solo il prestito (c'è l'interesse anche del Getafe). E Pinto ha rimandato al mittente l'offerta. Nessun infortunio per Shomurodov, rimasto a Trigoria per scelta tecnica come Volpato e Tripi. Indiscrezioni lo vorrebbero in partenza per Torino (operazione che coinvolgerebbe anche Belotti), ma la Roma non vorrebbe metterlo sul mercato per rientrare dei 17,5 milioni spesi un anno fa. Si muove qualcosa, invece, per Villar: piace a Sampdoria, Valencia e Monza. Anche per lui vale il principio del trasferimento a titolo definitivo, chi offrirà di più potrà assicurarselo. Ai saluti Kluivert contattato da Fulham, Nizza e Galatasaray, i francesi erano interessati già da qualche settimana. Esubero di lusso Diawara che potrebbe convincersi ad accettare un club tra Galatasaray ed Hertha Berlino. Infine, Calafiori piace in Svizzera al Basilea e Zurigo, oltre che ad alcuni club di Serie B.


© RIPRODUZIONE RISERVATA