Giroud sbarca a Milano. Dybala, ora la Juve ha fretta: fissato l'incontro per il rinnovo

Giovedì 15 Luglio 2021 di Eleonora Trotta
Giroud sbarca a Milano. Dybala, ora la Juve ha fretta: fissato l'incontro per il rinnovo

Paulo Dybala al centro del progetto, anche con la permanenza di Cristiano Ronaldo. La Juventus ha le idee molto chiare sul futuro dell'attaccante argentino, tra i più festeggiati ieri nel giorno del raduno del club, e in scadenza nel 2022. Ora il club bianconero attende solo l'arrivo del rappresentante dell'argentino, Jorge Antun, per ridurre la distanza tra la richiesta e offerta e firmare il rinnovo del contratto.

Dybala, infatti, ha già parlato con il tecnico Allegri. C'è la volontà di continuare a lavorare insieme dopo una stagione da dimenticare tra infortuni e bocciature, con Pirlo in panchina. Da parte sua, il dg Cherubini è pronto ad accontentarlo con un rinnovo molto importante. Non solo Dybala: presto verrà fissato anche un vertice con l'agente di Chiellini. Reduce da un Europeo straordinario, il difensore bianconero 36enne è ritenuto uno degli indispensabili del tecnico livornese. 

Giroud-day

È il giorno di Giroud, nuovo attaccante del Milan. Il bomber classe ’86 è sbarcato alle 18:50 all’aeroporto di Linate, per iniziare anche ufficialmente la sua avventura con la maglia del Milan. Domani, come da programma, sosterrà le visite mediche prima della firma sul contratto da circa 3,5 milioni di euro a stagione. «È un campione che ha fatto grandi cose in Nazionale e col Chelsea - le parole di Maldini rilasciate in occasione della presentazione dei calendari -. Abbiamo bisogno di giocatori di esperienza come Olivier ma potrebbe arrivare anche un attaccante più giovane». Tutto confermato anche sul fronte Brahim Diaz. Dopo l’accordo raggiunto circa un mese fa, Milan e Real Madrid hanno limato anche gli ultimi dettagli per la conferma del prestito dello spagnolo.

 

Chiusura sull’Inter. Oggi l’agente di Keita, Federico Pastorello, ha incontrato il club nerazzurro per parlare del ritorno a Milano dell’ex laziale. “Inzaghi lo conosce bene, sono fiducioso”, il commento del procuratore al termine del vertice. Ma l’operazione, già impostata, potrà decollare solo con l’uscita di un attaccante in rosa.

Ultimo aggiornamento: 22:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA