Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L'azzurro torna di moda con Gnonto, Scamacca e Bastoni: gli italiani sul mercato che piacciono in Europa

Mercoledì 8 Giugno 2022 di Alberto Mauro
L'azzurro torna di moda con Gnonto, Scamacca e Bastoni: gli italiani sul mercato che piacciono in Europa

Una ventata di aria fresca per invertire la rotta e tornare a vincere. La nuova Italia di Nations League contro Germania e Ungheria è un’altra squadra, capace di mettersi alle spalle il fallimento Mondiale e la scoppola contro l’Argentina. L’azzurro pallido è tornato a brillare, soprattutto grazie a un ricambio generazionale forse tardivo ma necessario. E ora il made in Italy torna di moda anche sul mercato, con parecchi giocatori nel mirino di grandi e medi club internazionali. Un’ottima notizia per Mancini - da sempre tempestivo nel lanciare i giovani - ma anche per il calcio italiano, che nei prossimi mesi dovrà affrontare un lento e malinconico avvicinamento a un Mondiale senza Italia.

Dove giocherà Gnonto

Tutti pazzi per Gnonto, il più atteso e la sorpresa di questa Nations League, capace di scatenare una vera e propria asta: in Serie A lo vogliono Bologna, Sampdoria, Sassuolo e Torino, ma in Germania e Olanda non mollano con Ajax, Psv, Friburgo e Hoffenheim in pole. Scamacca intanto è entrato nei radar del Psg, con il nuovo ds Campos a Milano per parlare con il Sassuolo, il prezzo è alto: da 45 milioni di euro. Mentre il Real starebbe riflettendo su Barella, scelto come successore di Kroos per il centrocampo. Conte ha chiesto Bastoni e Paratici è al lavoro per accontentarlo, l’Inter tratta con il Tottenham. Mentre Politano e Romagnoli sono apprezzati in Spagna, al Valencia, che ha ufficializzato - tra le polemiche - Rino Gattuso in panchina. Belotti è al passo d’addio a scadenza con il Torino, il Milan ci sta riflettendo ma anche il Monaco, mentre Luiz Felipe aspetta il Betis. Raspadori ha parecchi estimatori in Italia - da mesi è nel mirino della Juventus -, potrebbe rimanere al Sassuolo ma ci sono stati sondaggi anche dall’estero, dalla Spagna. E poi c’è la new generation Udogie, Fagioli, Carnesecchi, Cambiaso e Rovella, contesi da Juve, Inter e Lazio, ma per qualcuno di loro un anno di Erasmus potrebbe tornare utile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA