A Brescia De Paul salva l'Udinese in extremis 1-1

Domenica 9 Febbraio 2020
Mario Balotelli
Un punto a testa per Brescia e Udinese: un punto che ha sfumature diverse. Tendenti al nero per le rondinelle che fanno i conti con una classifica drammatica, poca cosa la reazione nonostante in cambio in panchina, e che hanno visto sfuggire la vittoria nel recupero dopo che si erano portate in vantaggio dopo aver resistito agli attacchi degli
avversari anche grazie a una gran partita di Joronen. Un punto, preso in extremis, che invece può piacere all'Udinese che perlomeno riparte dopo tre turni a secco pur avendo rischiato di capitolare nuovamente nonostante una gran mole di occasioni create specie in un primo tempo stradominato.
Gotti ringrazia De Paul. La partenza dell'Udinese è all'insegna dell'aggressività e di strappi con ripartenze a tutta velocità che mettono non poco in difficoltà il Brescia. Per cominciare Lasagna taglia fuori Martella e a tu per tu con Joronen colpisce la traversa. È il 2'. Al 12' l'arbitro indica il rigore per l'Udinese dopo aver visto un fallo di mano di Bisoli: il Var dice di no, il centrocampista l'ha presa di faccia su cross di Sema, e la decisione è commutata in un corner. Joronen poi mette una pezza su conclusione in corsa di Lasagna: Okaka non arriva in tempo per il tap in. Al 20' primo squillo di Brescia con Balotelli (con fascia da capitano, per lui una prima in assoluto in serie A): conclusione dalla distanza alta di poco. Ma è sempre l'Udinese a dettare tempi e ritmi e al 20' Okaka va nuovamente vicina al gol. L'avvio di ripresa vede ritmi un po' più alla portata del Brescia che vede l'ingresso di Zmrhal per l'imbarazzante Spalek. Al 16' su un cross da destra di Cistana, Musso rischia la frittata, ma l'Udinese in qualche modo si salva spazzando l'area. Una girata di Lasagna debole intercettata da Joronen è la risposta degli ospiti.
È una partita ora davvero brutta. Che si scuote al 22' con Joronen a deviare sulla traversa una gran conclusione di De Paul. L'impensabile accade al 36' quando è il Brescia a passare in vantaggio: Bisoli raccoglie una respinta corta di De Maio e tira centralmente vedendo il pallone passare tra le gambe di Musso. E al 40' la squadra di Lopez rischia addirittura il 2-0: gran parata di Musso su colpo di testa di Zmrhal. Ma è tutto un'illusione per
la squadra di casa che al 47 incassa l'1-1 con De Paul che fa passare il pallone sotto il braccio di Joronen. Finisce così, col Brescia contestato dai suoi tifosi.

LEGGI LA CRONACA


LA CLASSIFICA Ultimo aggiornamento: 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci