Lazio, il dottor Rodia: «Nei tamponi riscontrate alcune criticità. Tesserati in isolamento»

Mercoledì 28 Ottobre 2020 di Valerio Cassetta

«Per quanto riguarda la lista dei convocati abbiamo dei giocatori che sono rimasti a Roma. Qui siamo in 16 e domani la società farà un comunicato in giornata». Così ieri Simone Inzaghi aveva annunciato durante la conferenza di Champions League, alla vigilia della sfida in trasferta con il Bruges. In attesa di una nota sul sito della Lazio, ai microfoni della radio ufficiale è intervenuto il dottor Fabio Rodia, coordinatore dello staff medico e consulente ortopedico del club. «Per i protocolli della UEFA, la squadra è stata sottoposta ai tamponi prima della partita di Champions - spiega Rodia -. Nei tamponi di lunedì si sono verificate alcune criticità. Malgrado questo, la società ha messo in isolamento questi casi presso il proprio domicilio per poi fare nuovi accertamenti e chiarire la situazione».

La lista dei giocatori rimasti a Roma è lunga: Strakosha, Cataldi, Armini, Lulic, Radu, Luiz Felipe, Luis Alberto, Immobile, Lazzari, Escalante e Djavan Anderson. Qualcuno fermo per problemi muscolari, già annunciati da giorni. Altri assenti a sorpresa nellaa rifinitura di ieri a Formello. «Ci siamo tutelati e abbiamo tutelato i nostri tesserati - continua Rodia -. Li sottoporremo a ulteriori approfondimenti e chiariremo la situazione. La società ha predisposto l’isolamento per i tesserati interessati a queste criticità. Quelli che sono partiti sono tutti arruolabili. C’è un ottimo clima e siamo pronti per stasera». Insomma, Simone Inzaghi dovrà fare di necessità virtù questa sera contro il Bruges. Reina in porta. Patric, Hoedt e Acerbi in difesa. Marusic e Fares sulle corsie esterne. Parolo in regia con Milinkovic e Akpa Akpro sulle mezzali. In attacco Correa e Caicedo. Questa la probabile formazione per provare ad agguantare la vetta del Girone F.


© RIPRODUZIONE RISERVATA