Okereke-gol, il Venezia passa a Bologna e non si ferma più

Domenica 21 Novembre 2021
David Okereke

BOLOGNA - Con un gol di David Okereke al 61' il Venezia passa in casa del Bologna (fermo a 18 punti) dopo 96' di battaglia e si porta a quota 15 in classifica conquistando la quarta vittoria in stagione. Tre punti d'oro per la squadra di Zanetti, sempre più lontana dalla zona retrocessione dove resta intrappolata la Salernitana, sconfitta in casa per 0-2 dalla Sampdoria nell'altra partita del pomeriggio. 

L'attaccante

Il Venezia conferma il buon momento e passa al Dall’Ara avvicinandosi alla parte centrale della classifica. Per il Bologna un’inattesa battuta d’arresto dopo due successi consecutivi. Decide la gara l’attaccante nigeriano Okereke abile a sfruttare l’unica vera occasione da rete dei suoi. Tanto rammarico in casa rossoblu per una gara dominata e per le numerose occasioni sprecate. Mihajlovic può contare su Svanberg a metà campo e rispolvera Orsolini al posto di De Silvestri. Dall’altra parte Zanetti recupera Johnsen e Vacca proponendo in attacco il tridente Aramu-Okereke-Johnsen. Decisamente meglio in avvio la squadra di casa con l’argentino Dominguez attivissimo sia in fase di impostazione che di interdizione. Sinisa, alla prima partita da cittadino onorario di Bologna vuole ben figurare e sul piano dell’intensità i rossoblu sono più che convincenti, meno su quello della precisione. Tra i più intraprendenti anche Orsolini sempre pericoloso sulla fascia destra. E mentre la formazione lagunare si limita ad arginare l’offensiva avversaria, dalle parti di Skorupski zero problemi. Il Bologna prova ad alzare ulteriormente i ritmi e l’occasione migliore è per Svanberg che poco dopo la mezz’ora impegna severamente il portiere Romero. La pressione dei padroni di casa prosegue a pieno organico ad inizio ripresa ma dopo un’ora di gioco è la squadra di Zanetti a sbloccare il risultato con Okereke che sfrutta un rimpallo favorevole e con un tocco sotto beffa Skorupski. Per l’attaccante nigeriano si tratta del quarto sigillo personale in campionato, il secondo di fila dopo la rete siglata nel precedente turno conto la Roma. Il gol dà la carica agli uomini di Zanetti che trovano maggiore convinzione mentre Mihajlovic prova a rivisitare la squadra inserendo in campo Sansone e Vignato. La squadra di casa colleziona corner e crea pericoli in particolare con Arnautovic ma non riesce a raddrizzare il risultato. Nel finale esordio in rossoblu per Nicolas Viola ma il risultato non cambia ed anzi la formazione ospite in pieno recupero sfiora il raddoppio con Tessmann ed Henry. Alla fine possono esultare i mille tifosi del Venezia giunti al Dall’Ara: sette punti nelle ultime tre gare sono un bel bottino per una squadra che ha i numeri per salvarsi.

Ultimo aggiornamento: 17:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA