​Roma, Mourinho: «Non abbiamo fatto nulla. Pellegrini deve firmare il rinnovo subito»

Giovedì 26 Agosto 2021
Roma, Mourinho: «Non abbiamo fatto nulla. Pellegrini deve firmare il rinnovo subito»

La Roma vince e convince nei playoff di Conference League contro il Trabzonspor. Alla rete di Bryan Cristante, nel primo tempo, rispondono nella ripresa Nicolò Zaniolo e Stephan El Shaarawy. Una gioia, soprattutto per il ritorno al gol del centrocampista azzurro. Ma il tecnico portoghese José Mourinho frena un po' gli entusiasmi, perché il risultato non fotografa appieno la partita: «Mi è piaciuta la mentalità e il risultato, l'empatia. Se in qualche momento la squadra ha avuto un momento di difficoltà, con una squadra non semplice, si è dato un segnale ai tifosi su quello che farà la Roma», ha iniziato ai microfoni di Sky Sport nel dopo gara.

Un elogio, lo Special One, lo fa anche agli avversari, capaci di rimanere in partita anche dopo aver subito il colpo dell'1-0 a venti minuti dall'inizio del match: «Il Trabzonspor è una squadra da Europa League, ed è un peccato che siano fuori anche dalla Conference League. Se Rui Patricio non avesse fatto quella parata sull'1-0, si dovrebbe parlare di un'altra partita. E questo 3-0 è troppo per i turchi ed è il riflesso degli ultimi 20 minuti».

Mourinho: «Contento per Zaniolo, Pellegrini deve firmare il rinnovo»

«È molto importante giocare quando sei in difficoltà, quando si sta dominando sono bravi tutti. Rui Patricio è venuto a Roma per giocare e ha dato la carica alla squadra con quella parata», ha continuato ancora Mourinho.

ZANIOLO. Il ritorno al gol di Zaniolo è un motivo di grande gioia e il portoghese non si nasconde: «Ho chiesto a Zaniolo se aveva bisogno di due giorni di vacanza e mi ha detto di no, ma non giocherà domenica (perché squalificato, ndr). Ma si allenerà con la squadra comunque».

ABRAHAM. Un palo colpito anche oggi dall'attaccante appena arrivato dal Chelsea: «Abraham dal punto di vista fisico non è allo stesso livello degli altri, ma la sua mentalità c'è e sarà fondamentale per la stagione della Roma», ha detto lo Special One, che ha poi spiegato il cambiamento dei suoi calciatori rispetto alla scorsa stagione. «Anche io cresco con i giocatori ed è molto importante, io per lavorare bene ho bisogno di amarli, se non ho quel feeling non riesco ad andare avanti», ha spiegato Mou.

OBIETTIVI. «Dal punto di vista emozionale e mentale si sente la pressione, ma si sente anche la crescita, è vero. Stiamo bene». Ma ci sono degli aspetti da perfezionare: «Questa squadra, con questi giocatori, è abituata ad aspettare, non a pressare, e in questo aspetto si dovrà migliorare ancora - ha dichiarato ancora a Sky Sport -. La gente deve capire che abbiamo vinto tre partite e non trenta, ma abbiamo qualità per migliorare quello che è stato fatto negli ultimi anni. Ma c'è qualche reparto che deve essere rinforzato. Non è l'entusiasmo della gente che mi fa dire quello che devo dire».

CAPITAN PELLEGRINI. Elogiato anche in conferenza stampa prima della partita, l'ex Inter e Tottenham è tornato a parlare anche del capitano giallorosso: «Pellegrini deve firmare un contratto domani o dopo domani, è fantastico con lui. E lui deve essere felice qui ancora per tanti anni, e deve firmare. È un giocatore fondamentale di cui abbiamo bisogno», ha concluso Mourinho.


© RIPRODUZIONE RISERVATA