Arbitro collezionista di gagliardetti: 600 partite dirette e oltre 300 "stemmi", ma la ricerca continua Foto

Martedì 10 Maggio 2022 di Gigi Bignotti
Bruno Nalin in campo

L'arbitro collezionista di gagliardetti (e di cimeli calcistici) è un padovano della frazione di Vanzo di San Pietro Viminario che il prossimo 26 ottobre compirà 66 anni. Bruno Nalin ha appeso la giacchetta nera al chiodo, ma non la passione per quella sua attività nel mondo del calcio. Da anni vive a Quarto d'Altino (Venezia), ma è stato un globetrotter del Veneto, non solo in giacchetta nera, ma anche per motivi di famiglia e di lavoro girando praticamente tutte le province.

La carriera

E' stato iscritto dapprima alla sezione Aia (Associazione italiana arbitri) di Rovigo per 4 anni (dal 1973 al '77) poi a quella padovana di Conselve per 3 anni (1977/'80) quindi il lungo periodo nella Marca: dal 1980 alla fine dell'attività nel '96 al compimento dei 40 anni: ultima partita arbitrata - sul totale di 589 gare ufficiali - è stata San Cipriano di Roncade contro Pievigina (finita 1-0). «Sì, fu una gara di Esordienti provinciali, ma a tutte queste vanno aggiunte altre 43 partite come segnalinee in Promozione ed Eccellenza dal 1992 al '94 - racconta con orgoglio - per un totale di oltre 600». 

Ha raccolto articoli e foto di moltissime delle sue uscite (in particolare ritagli del Gazzettino) e ora, ad esempio, i tifosi del Rovigo lo hanno scelto come fonte per le proprie ricostruzioni storiche. Ma lui in primis ci tiene a condividere il suo immenso archivio di gagliardetti. Gli mancava quello delle società di Oderzo e così ha contattato un dirigente ed ecco che martedì 3 maggio scorso gli è stato consegnato. Nel nuovo stadio ha ricevuto lo "stemma" dell'Opitergina e del Piavon di Oderzo «squadre che ho arbitrato diverse volte - ricorda Bruno - soprattutto nel settore giovanile regionale e una volta in Terza categoria, era la stagione 1984/85. Nel Piavon giocava anche un certo Gianfranco Zigoni ("Dio Zigo", famoso attaccante oggi 77enne che ha militato in Juve, Genoa, Roma, Verona e ha avuto 3 convocazioni in Nazionale, ndr)».

 

La famiglia

Il 3 aprile scorso Bruno Nalin ha festeggiato i (primi) 40 anni di matrimonio: ha due bellissimi nipotini che adora. La piccola Celeste, 5 anni, e poi Gabriele, 10 anni, che ha scelto il rugby e gioca nelle giovanili del Mogliano. Nalin è un pensionato della Grandi Molini di Porto Marghera primo gruppo molitorio italiano con sedi in tutta Italia.

Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 17:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci