Strepitosa Goggia: bis in discesa a Crans Montana, quarto trionfo di fila

Sabato 23 Gennaio 2021
Strepitosa Goggia: bis in discesa a Crans Montana, quarto trionfo di fila

Sofia Goggia da record: l'azzurra, sempre più dominatrice tra le ragazze jet della coppa del mondo, ha concesso il bis nella seconda discesa di Crans Montana, quarta incredibile vittoria consecutiva in questa disciplina - come LIndsey Vonn prima di lei - e 11/a in carriera.

Ma non è tutto per una superba Italia visto che dopo il secondo posto della svizzera Lara Gut- Behrami c'è anche il podio di Elena Curtoni terza. Non bastasse in quarta posizione è volata la giovane trentina Laura Pirovano con tutte le italiane che hanno dato una prestazione complessiva di squadra impressionante. Nelle dieci anche Federica Brignone, nona. E domani a Crans tocca al superG. 

 

La 28enne bergamasca si è imposta con il tempo di 1'27"75 precedendo di 27 centesimi la Gut-Behrami (1'28"02) e di 60 Elena Curtoni (1'28"35). Ancora Italia al quarto posto, dove si trova la trentina Laura Pirovano (1'28"57) che si lascia alle spalle la statunitense Breezy Johnson (1'28"64), la svizzera Jasmina Suter (1'28"66) e la slovacca Petra Vlhova (1'28"80), leader della classifica generale di Coppa del Mondo. Altre due azzurre nelle prime quindici: Federica Brignone nona e Nadia Delago tredicesima. Domani a Crans Montana si disputerà un superG.

LE PAROLE

«È un risultato che mi soddisfa. C'era una visibilità strana, infatti non sono riuscita a sciare tanto bene, però sono riuscita a prendere bene le rampe dove si dovevano prendere. È una vittoria di maturità e di esperienza. Sono alla ricerca della solidità e penso che la maturità di un'atleta stia anche nella capacità di mantenere la concentrazione. Ci sto riuscendo in discesa. E sono contenta di dividere il podio con Elena Curtoni, perché era il mio incubo quando eravamo piccoline. Domani è un altro giorno e cercherò di tenere la concentrazione». Queste le parole di Sofia Goggia dopo la vittoria nella seconda discesa di Crans Montana, il quarto successo stagionale, l'undicesimo in carriera.

«Siamo in un anno fantastico, siamo una squadra forte, ma che è composta da tante individualità forti, che permettono di alzare l'asticella ogni volta - aggiunge la 28enne delle Fiamme Gialle -. Si vive sempre per la prossima gara e per le esperienze che non abbiamo ancora avuto. Ho sempre avuto sci molto veloci. Con i primi numeri era molto buio e non ho spinto a tutta. Archivio questa bella vittoria. Ho fatto quello che potevo e dovevo fare, e penso a domani. Questa è una pista che ho nelle mie corde e in discesa mi viene abbastanza facile, ma in superG non sono mai riuscita a fare qualcosa di buono. Domani è un'occasione».

Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA