Peng Shuai riappare in pubblico, poi la videochat con il presidente Cio: «Sto bene, voglio rispetto della privacy»

L'account Weibo di un torneo giovanile cinese pubblica le immagini della tennista scomparsa da giorni e sulla quale si è aperto un caso internazionale

Domenica 21 Novembre 2021
Peng Shuai riappare in pubblico, poi la videochat con il presidente Cio: «Sto bene, voglio rispetto della privacy»

Peng Shuai torna a farsi vedere in pubblico. La star del tennis cinese, la cui scomparsa dopo una denuncia di violenze sessuali da parte del vicepremier Zhang Gaoli ha aperto un caso internazionale, è stata vista ad un torneo di tennis giovanile in Cina. A dimostrarlo sono le foto pubblicate dall'account Weibo ufficiale del China Open: il torneo si chiama Fila Kids Junior Tennis Challenger Finals e nelle immagini si vede la tennista sorridente scattare foto insieme ai bambini. Da ore si facevano sempre più incessanti le pressioni da tutto il mondo per ottenere informazioni sulla sua salute. Peng indossava una giacca blu e dei pantaloni bianchi sportivi e sembrava in salute. Si tratta della prima apparizione pubblica della Peng da quando le sue accuse di abuso sessuale sono state ampiamente censurate sul web dalla Cina. 

 

Peng Shuai torna in pubblico: il caso

La due volte campionessa di doppio del Grande Slam non era stata vista pubblicamente da quando all'inizio di questo mese aveva affermato che l'ex vicepremier Zhang Gaoli l'ha «costretta» a fare sesso durante una relazione extraconiugale durata diversi anni. A seguito di una protesta globale, anche da parte delle superstar del tennis e delle Nazioni Unite, i giornalisti dei media statali cinesi hanno rilasciato una raffica di filmati che pretendono di mostrare che tutto vada bene per la Peng. Un video dell'evento, twittato dall'editore del quotidiano Global Times, Hu Xijin, mostra la tennista cinese in piedi in uno stadio tra un gruppo di ospiti i cui nomi vengono annunciati tra il fragore degli applausi. Un giornalista del Global Times ha twittato un altro video che mostra Peng che firma autografi per i bambini in quello che sembra essere lo stesso stadio, prima di posare per le foto con loro.

La Wta: i video non bastano

Ma la Wta, l'associazione del tennis mondiale femminile, vuole ulteriori rassicurazioni. Il numero uno della Steve Simon, ha spiegato che i video e le immagini circolate nelle ultime ore non bastano ad assicurare che lei stia bene: «Non è chiaro se sia libera e in grado di prendere decisioni e intraprendere azioni da sola, senza coercizioni o interferenze esterne», ha affermato Simon.

Ieri i media statali cinesi hanno pubblicato due video. In uno dei due filmati pubblicati su Twitter da Hu Xijin, l'editore del Global Times, la 35enne sembra entrare in un ristorante indossando un cappotto, un berretto e la mascherina. Nell'altro, Peng, è seduta a un tavolo senza la mascherina mentre chiacchiera con alcune persone. Secondo quanto afferma Hu in inglese su Twitter, il secondo video mostra «Peng Shuai a cena con il suo allenatore e i suoi amici in un ristorante: il contenuto del video mostra chiaramente che sono stati girati sabato, ora di Pechino». La conversazione ruotava intorno a «partite di tennis» e un uomo seduto con Peng e altre due donne dice «domani è il 20 novembre». Ma una delle donne lo interrompe per affermare: «È il 21». In merito ai nuovi video, il presidente della Women's Tennis Association (l'associazione che gestisce il circuito professionistico globale del tennis femminile), Steve Simon, sostiene di essere «felice» di vedere le immagini, anche se «non è chiaro se Peng sia libera e in grado di prendere decisioni o agire azioni da sola, senza coercizione o interferenze esterne. Questo video da solo non è sufficiente», ha detto Simon in una nota. «Sono stato chiaro su ciò che deve accadere e il nostro rapporto con la Cina è a un bivio», ha aggiunto.

Ultimo aggiornamento: 22 Novembre, 14:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA