Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Martinenghi, medaglia d'oro nei 100 rana ai Mondiali di Budapest: «Un'emozione allucinante»

Il nuotatore di Varese approfitta dell’assenza di re Peaty e vince davanti all’olandese Kamminga e all’americano Fink

Domenica 19 Giugno 2022
Martinenghi, medaglia d'oro nei 100 rana ai Mondiali di Budapest: «Un'emozione allucinante»

Nicolò Martinenghi ha vinto la medaglia d'oro nei 100 metri rana ai Mondiali di nuoto di Budapest. Il 22enne azzurro si è laureato Campione del Mondo nei 100m rana con una vasca di ritorno super e chiudendo con il record italiano in 58.28. Medaglia d'argento all'olandese Arno Kamminga in 58.62, bronzo per l'americano in 58.65. Martinenghi si prende la corona lasciata vacante per infortunio dal baronetto britannico Adam Peaty spingendosi fin dove non era riuscito neanche Domenico Fioravanti, primo olimpionico del nuoto italiano (argento a Fukuoka 2001), preceduto sul podio iridato della specialità da Gianni Minervini (argento a Madrid 1986 e bronzo a Perth 1991) e seguito dall'ex capitano della nazionale Fabio Scozzoli (argento a Shanghai 2011).

Il 22enne varesino, bronzo olimpico individuale e nella staffetta mista, parte in corsia 4 grazie al 58"46 (frazioni 27"69 e 30"77) delle semifinali e chiude col record italiano di 58"26 (frazioni 27"39 e 30"87). L'azzurro migliora di due centesimi il record italiano di 58"28 che gli è valso il bronzo olimpico e si piazza davanti, di gran lunga, all'olandese Arno Kamminga, vicecampione olimpico ed europeo, autore di 58"62 (27"45 e 31"17) - secondo atleta al mondo sotto i 58 secondi col personale di 57"80 che vale la 18esima prestazione all time alle spalle delle prime 17 detenute tutte da sir Adam Peaty, primatista mondiale in 56"88 - e allo statunitense Nic Fink che tocca in 58"65 (27"14 e 31"51).

«Emozione allucinante»

«Sono molto contento anche se mi aspettavo qualcosa in meno a livello cronometrico. È un'emozione allucinante. È una gara calcolata esattamente. Sapevo che eravamo in tre allo stesso livello e la testa, la concentrazione, la determinazione sono state risolutive per il successo. Era la mia prima finale individuale mondiale, sono riuscito a mettere la mano davanti ed è esaltante. Sono molto contento di aver messo in pratica tutto quello che ho imparato in questi anni», ha detto Niccolò Martinenghi dopo la medaglia d'oro nei 100 rana. 

Ultimo aggiornamento: 20:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci