​Lucilla Boari vince il bronzo e fa coming out: «Lei è Sanne, la mia ragazza»

Venerdì 30 Luglio 2021
Lucilla Boari, chi è la tiratrice con l'arco che si gioca il bronzo a Tokyo 2020
1

Giornata avara di soddisfazioni per lo sport italiano la nona dall'apertura dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. La scherma ha ancora una volta deluso le aspettative, e nelle altre discipline non avevamo grossi favoriti. Ma la tiratrice Lucilla Boari, sorprendentemente, ha regalato una storica medaglia nella disciplina allo sport tricolore. La prima nella storia del tiro con l'arco femminile Dopo aver perso in semifinale contro Elena Osipova per 0 a 6, ha sfidato l'americana Brown per il bronzo, battendola con il punteggio di 6 a 1. Subito dopo la conquista del gradino più basso del podio, Boari si commuove quando compare la sua fidanzata: «Lei è Sanne, la mia ragazza», dice in collegamento video con Casa Italia.

Video

 

Chi è Lucilla Boari

La ventiquattrenne mantovana non è alla prima esperienza ai Giochi: ha già partecipato, ma con più scarsi risultati, all'edizione olimpica di Rio 2016, dove non ha portato al medagliere tricolore azzurro alcuna medaglia. Migliori risultati li ha invece ottenuti nel misto dei Giochi europei di Minsk 2019 (oro), nell'individuale della stessa competizione (argento) e un altro oro ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona 2018

 

È una Fiamma Oro proprio dal 2018, e divide la sua vita tra un tiro con l'arco e la difesa dell'ordine dello stato. In terra asiatica si è levata la soddisfazione di essere la prima tiratrice azzurra della storia a spingersi sino alle semifinali e subito dopo la prima italiana a vincere una medaglia.

È molta attiva anche sui social, specialmente Instagram, dove oltre a consolidare il suo amore per il tiro con l'arco mostra anche le sue passioni: gli animali, i viaggi a anche un po' di sano relax. 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 11:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA